25/01/2022

ELEZIONI COMUNALI 2018 ADRIA

Sicurezza e legalità, "Un nuovo servizio a portata di mano"

La città etrusca potrebbe diventare lo sportello di prossimità del Delta del Po. Mauro Colombo: "Vi spiego come e perché"

Sicurezza e legalità, "Un nuovo servizio a portata di mano"

23/05/2018 - 21:27

ADRIA - All’interno del programma delle liste civiche Impegno per il Bene Comune, SiAmo Adria e Adria Civica, a sostegno della candidatura a sindaco di Omar Barbierato, nel capitolo 'Sicurezza e legalità' trova posto il progetto di istituire un nuovo servizio per i cittadini. "La perdita del servizio della sezione staccata del Tribunale, prima e, poi, del mantenimento della figura del giudice di pace, è stata un grave danno per la cittadinanza, poiché un altro importante servizio veniva negato a questo territorio. Ora però anche la nostra città, sull’esempio di altri comuni quali Alba, Moncalieri, Tolmezzo, Cinisello Balsamo e tanti altri, potrà dotarsi di nuovi strumenti di avanzata tecnologia per la gestione telematica sia delle attività del Comune stesso che degli 'Sportelli di prossimità'". Sono le parole di Mauro Colombo, candidato consigliere con la civica Impegno per il bene Comune che illustra ai cittadini l'idea di Ibc di istituire gli sportelli di prossimità. "Nei comuni che hanno perso i tribunali, hanno visto la luce in questi mesi delle strutture pubbliche finalizzate a rafforzare la vicinanza del servizio giustizia ai cittadini. Con gli sportelli di prossimità i cittadini possono avere un unico punto di contatto, un riferimento vicino al luogo in cui vivono e disporre di un servizio completo di orientamento e di consulenza. Gli sportelli di prossimità sono la risposta del welfare state al cittadino in difficoltà. Gli sportelli forniscono, anche grazie alle tecnologie del Pct (Processo Civile Telematico) e alle banche dati del Ministero della Giustizia, servizi diversi, tra i quali: orientamento e informazioni sugli istituti di protezione giuridica (tutele, tutele minori, amministrazioni di sostegno); distribuzione della modulistica vigente presso gli uffici giudiziari; possibilità per il cittadino di ricevere e depositare -anche telematicamente- presso la cancelleria del tribunale i ricorsi e tutti gli atti in corso di causa quali istanze, relazioni, rendiconti ecc. anche mediante gli strumenti informatici; consulenze sugli istituti di protezione giuridica per casi complessi, tramite assistenti sociali, assistenti sanitari, personale medico specialistico, avvocati volontari, e funzionari di cancelleria". "Gli sportelli di prossimità sono attuabili solo con una azione corale da parte degli enti territoriali attraverso tavoli di coordinamento che istituzionalizzino la collaborazione tra le istituzioni (gli Uffici Giudiziari, i Comuni, le Procure della Repubblica, le Asl). La piattaforma Gm (Giustizia Metropolitana) realizzata da un’azienda italiana sulla base delle specifiche tecniche del Ministero della Giustizia, e più specificatamente attraverso la l’infrastruttura del 'Processo Telematico' (Pct), mette a disposizione del personale preposto del Comune e degli Sportelli di Prossimità, un software versatile che consente la gestione delle proprie pratiche telematiche mediante funzioni indispensabili per l’interazione con gli Uffici Giudiziari". "Di estrema rilevanza per il Comune è la gestione totalmente telematizzata della procedura di Trattamento Sanitario Obbligatorio (Tso): attraverso la piattaforma Gm i funzionari del Comune e dell’Ulss, il sindaco (o i suoi delegati/assessori), 'colloquiano' direttamente tra di loro e con l’Ufficio Giudiziario. Con precipuo riferimento alle attività dello Sportello di Prossimità invece, sempre tramite la predetta piattaforma Gm, i funzionari dello Sportello possono supportare compiutamente l’utenza per le pratiche relative agli istituti di protezione giuridica come segue: dando ausilio al cittadino richiedente non solo a predisporre il ricorso (coadiuvandolo nella raccolta e verifica degli allegati) ma anche al deposito, per suo conto, dei ricorsi e gli atti successivi presso l’Ufficio Giudiziario; aiutando gli amministratori di sostegno/tutori/curatori a predisporre i rendiconti periodici e gli atti di straordinaria amministrazione, provvedendo poi al relativo deposito presso l’Ufficio Giudiziario. Le attività e le funzionalità degli Sportelli di Prossimità, come visto, sono molteplici e considerato l’ampio bacino di utenze, pensando al territorio del Delta del Po è proficuo, per i cittadini, che anche il Comune di Adria si doti di tali tecnologie, e divenga così lo 'Sportello di prossimità' del Delta del Po".  

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette