26/01/2022

TRUFFA ROVIGO

Il "genio" che riesce a vendere oro falso al Compro Oro

La difesa trova un cavillo

Il "genio" che riesce a vendere oro falso al Compro Oro

21/05/2018 - 19:00

ROVIGO - L'accusa era quasi da film: avrebbe venduto, a un negozio tipo Compro oro in centro a Rovigo, il 30 giugno del 2014, una serie di collane. Collane vere, di valore. Riuscendo però, prima della consegna nelle mani del negoziante, a sostituirle con altre, fasulle ma identiche. Una truffa in piena regola che, secondo questa ricostruzione dei fatti, avrebbe fruttato ai due una somma nell'ordine dei 2500 euro. Solo una volta conclusa la transazione la dipendente si sarebbe accorta dell'accaduto, lanciando l'allarme. Per quell'episodio, dopo tutte le indagini del caso, era finito a processo, appunto con l'accusa di truffa, un romeno sui 30 anni. Sarebbe stato lui, ormai quasi quattro anni fa, a raggirare la propria vittima, in un negozio sul Corso. Nella giornata di lunedì 21 maggio, la discussione del processo, di fronte al giudice Raffaele Belvederi, con l'accusa rappresentata dal pubblico ministero Barbara Ravagnan, che ha domandato la condanna dell'imputato a un anno di reclusione. Ha però prevalso, al momento della lettura del dispositivo, la ricostruzione della difesa, affidata all'avvocato Monica Malagutti, secondo la quale il processo era viziato sin dall'inizio, dal momento che la dipendente che aveva proposto la querela non avrebbe potuto farlo. Non era, infatti, la legale rappresentante della società e, la delega che quest'ultimo le aveva consegnato per questa formalità, non sarebbe stata formata nella maniera corretta.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette