17/01/2022

ELEZIONI COMUNALI 2018 ADRIA

"Caro direttore a quell'incontro non dovresti andare"

L'attacco del Movimento al direttore dell'Ulss invitato ad un convegno organizzato da Lega e Forza Italia

"Caro direttore a quell'incontro non dovresti andare"

21/05/2018 - 16:06

ADRIA - "Veniamo a coscienza di un convegno organizzato da Lega e Forza Italia, previsto per il giorno 28 maggio, in cui parteciperà il direttore generale dell’Ulss 5, Antonio Compostella, i due assessori regionali Luca Coletto e Cristiano Corazzari, oltre alla responsabile dei servizi sociali, dottoressa Maria Chiara Papparella. Riteniamo che il direttore generale Compostella a quell'incontro non dovrebbe prender parte. E spieghiamo il perché". Interviene duramente il Movimento Cinque Stelle di Adria contro la partecipazione del direttore generale al convegno organizzato dai due partiti in campagna elettorale. "Prossimamente saranno utili diverse azioni di tipo strutturale, partendo da un intervento incisivo sulla dirigenza sanitaria, ovvero sui gestori della sanità, che dovranno essere adeguatamente e preventivamente formati per garantire la sostenibilità e la qualità del sistema salute e scelti secondo la competenza e il merito, non sulla base di logiche politiche o partitiche - commentano i Cinque Stelle di Adria - Bisogna rescindere il rapporto dannoso e arcaico fra politica e sanità prevedendo nuovi e diversi criteri di nomina sia dei medesimi direttori generali, sia dei direttori sanitari e amministrativi, così anche dei dirigenti di strutture complesse". "È necessario garantire anche la trasparenza e la valutazione dell’operato dei direttori generali in termini di raggiungimento degli obiettivi di salute e di bilancio nella gestione delle aziende. Va anche garantito che a quelle risorse aggiuntive corrispondano più servizi di qualità per i cittadini - continuano i pentastellati - Questo è quanto indicato, tra le altre cose, al punto 21 del Contratto di Governo sottoscritto da Lega e M5S. L’intendimento è ben chiaro: la dirigenza nel settore sanità non deve essere di nomina politica, ma derivare da competenza e merito". "Proprio mentre a intervenire come ospite all’incontro organizzato dalla Lega di Adria sulla sanità, è il dottor Antonio Compostella, direttore generale dell’Ulss 5 di Rovigo, che nel proprio curriculum vitae indica essere di Lega Nord – Liga Veneta la propria appartenenza politica, la stessa che governa la Regione Veneto. Lo stesso dottor Antonio Compostella che, qualche mese fa, in periodo di elezioni politiche, negò a una delegazione del M5S e di riflesso alla sottoscritta Elena Suman allora consigliere comunale, l’accesso all’Ospedale di Adria, richiesto allo scopo di verificare la situazione dei servizi presso la struttura, in nome di una inopportuna 'presenza all’interno di un ospedale di un qualsiasi partito politico in lizza', in deroga all’art. 39 dello Statuto della Regione Veneto, per cui 'ogni consigliere ha diritto di accedere agli uffici della Regione e degli organismi di diritto pubblico da essa dipendenti, partecipati o vigilati'". A questo punto chiediamo al dottor Compostella se non sia molto più inopportuna la sua partecipazione all’incontro organizzato dalla Lega di Adria, per parlare di quella stessa sanità che ha contribuito a mettere in ginocchio depotenziando i nostri servizi in maniera vistosa, con il solo risultato di incrementare la sanità privata. Consigliamo inoltre al dottor Compostella e a tutta la delegazione annessa, di partecipare agli incontri pubblici dove vi siano la presenza di tutte le forze politiche presenti alle prossime elezioni, come quello previsto giovedì 24 maggio organizzato dai Comitati polesani".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette