27/01/2022

ELEZIONI AMMINISTRATRIVE 2018 ADRIA

Spinello a Barbierato: “Il candidato potevi essere tu ma ha vinto la vostra rabbia”

Il dem replica alle parole del candidato civico ma lascia la porta aperta al dialogo

Spinello a Barbierato: “Il candidato potevi essere tu ma ha vinto la vostra rabbia”

17/05/2018 - 18:10

ADRIA – Separati, lontani, ognuno con il proprio candidato ma la porta resta aperta per un eventuale apparentamento al ballottaggio. Usa l'arma della diplomazia Sandro Gino Spinello, esponente di spicco del Pd adriese e polesano, già consigliere comunale di opposizione durante l'ultima amministrazione Barbujani ed ora candidato nella lista del Pd a sostegno di Cavallari in coalizione proprio con Massimo Barbujani. Diplomazia che usa sapientemente, da politico navigato, per replicare alle dure accuse che nei giorni scorsi gli ha rivolto il candidato sindaco civico Omar Barbierato delle liste Impegno per il bene comune, Siamo Adria e Adria civica, che lo ha definito “da tempo il 'padre-padrone' del Pd” ed “il salvagente di Bobo” (LEGGI ARTICOLO). “Barbierato – esordisce Spinello - si innervosisce sempre quando gli si ricorda pubblicamente che il Partito democratico era disponibile a sostenere la sua candidatura a sindaco ma il suo movimento lo ha impedito ponendo pregiudiziali incredibili quanto inaccettabili come la pretesa che noi corressimo senza il nostro simbolo e si escludessero dalla lista nostre persone a loro non gradite. La nostra proposta partiva dal buon lavoro fatto assieme nel periodo di opposizione, ma dentro a Impegno Bene Comune sono prevalsi il rancore e la rabbia verso gli ex-amici, quelli con i quali, fino a qualche anno fa, si condivideva una militanza nel Pd; gli stessi inviti alla diserzione ed al disimpegno sono un male antico della politica e della sinistra in particolare”. Poi Spinello alza i toni: “Sulla storia dei padri-padrone ad Omar conviene lasciar perdere; le sue accuse sono facilmente ribaltabili. E’ umanamente avvilente che arrivi a mettere ombre sulla qualità ed intensità della mia opposizione al centrodestra. La validità ed i risultati della mia attività sono certificati dai migliaia di cittadini che hanno seguito i consigli in sala, in diretta radio e streaming oltre che dai verbali delle sedute. Ho sempre cercato di ottimizzare il nostro lavoro di minoranza; però nella lotta politica anche aspra mi sono sempre sottratto alla logica della cannibalizzazione delle persone. Le cose che oggi mi rinfaccia Omar le ho dette apertamente e più volte in consiglio comunale: 'Adria sta vivendo un momento di estrema difficoltà ha bisogno di un sussulto di coraggio e di dignità che vada oltre gli schematismi tra maggioranza e minoranza; Barbujani abbia il coraggio di rompere gli schemi in cui lo tiene stretto un centrodestra sempre più diviso e si rivolga direttamente alla Città, vedrà che troverà interlocutori attenti ed interessati'”. E, ancora, spiega torna a spiegare, come già ha fatto il giovane segretario dem Federico Cuberli nei giorni scorsi (VEDI QUI), perché il Pd abbia scelto l'alleanza con Barbujani dopo nove anni di serrata opposizione alla sua amministrazione: “Poi Barbujani è stato sfiduciato dalla sua stessa maggioranza ed ha abbandonato lo schieramento che lo aveva fatto cadere, il centrodestra si è sfasciato e oggi si presenta profondamente diviso alle elezioni. Lamberto Cavallari si è reso artefice di un progetto di rilancio della città dentro ad uno schieramento ampio ed articolato di cui il Partito Democratico è parte integrante e fondamentale. La stessa storia politica personale è tutta dentro la storia della sinistra e del riformismo adriese. Adria non può perdere questo appuntamento con il suo futuro”. Alla fine, però, la porta per Spinello non si chiude, anzi. Barbierato resta un interlocutore privilegiato, specie in chiave ballottaggio: “Omar Barbierato ed i suoi riflettano; i nemici, quelli da sconfiggere non siamo noi. Riservino le loro migliori energie verso gli altri e veri obiettivi. Noi anche in questi momenti di reciproco nervosismo li consideriamo interlocutori privilegiati e auspichiamo di poter tornare presto a lavorare assieme per il bene della nostra Città e ovviamente disponibili ad ogni confronto pubblico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette