17/01/2022

ELEZIONI ADRIA

"Difenderemo gli agricoltori dalla burocrazia"

Il settore tra le priorità di Emanuela Beltrame

"Difenderemo gli agricoltori dalla burocrazia"

16/05/2018 - 15:01

ADRIA - Adria capitale del food e cibo di qualità: il programma elettorale di Emanuela Beltrame strizza l’occhio al comparto agricolo con una particolare predisposizione al marketing territoriale. Il candidato sindaco di Lega e Forza Italia punta infatti in primis alla “promozione delle colture agricole a marchio Dop e Igp attraverso eventi e sponsorizzazioni. Guardiamo con favore alla creazione e innovazione di specialità comunali tipiche oltre che a incentivi al settore agricolo e vitivinicolo di qualità con l’obiettivo - spiega - di trasformare la nostra città nell’accesso privilegiato, non solo dal punto di vista geografico, al Delta per ciò che attiene l’ambito del food e dell’agricoltura in generale”. Promozione come volano e occasione di crescita e rilancio, ma non è tutto: “Occorre lottare contro la burocrazia spesso vincolante e inutile tutelando i coltivatori diretti nel passaggio di impresa famigliare intervenendo sull’Imu in riferimento al pagamento in caso di cessione diretta di terreni e fabbricati agricoli”.  Dici agricoltura ma pensi necessariamente all’ambiente: “La tutela del territorio inteso come suolo non può che essere una sfida per forze politiche consapevoli dell’importanza e del valore dell’intero comparto”, prosegue Beltrame che aggiunge quindi come “una valutazione attenta e oculata delle nuove concessioni agrarie non potrà che porsi come elemento fondamentale quando saremo al governo di questa città”. Rispetto delle regole e anche delle normative, quindi. Piena, in proposito, la condivisione con l’operato della Politica agricola comunitaria e del legislatore europeo, che però guarda anche nel concreto a casa propria: il regolamento urbano, nella sezione di polizia rurale, presuppone come noto disposizioni assai stringenti per l’eliminazione degli scarti della potatura e dello sfalcio. “Forza Italia e Lega proporranno, in collaborazione con la polizia locale e di comune accordo con le associazioni di categoria - annuncia il candidato - una sua revisione in materia di fuochi di tralci e ramaglie”. Infine la valutazione urbanistica delle serre. “Alla luce delle più recenti disposizioni normative (vedi legge regionale Veneto 315/2014) la coalizione intende proporre l’inquadramento delle serre mobili tunnel non come prefabbricati fissi ma come elementi mobili con un più favorevole inquadramento fiscale”, chiude la Beltrame. Quella che arriva dal candidato verde-azzurro è dunque la proposta di un approccio rispettoso e a salvaguardia della tradizione, ma al contempo proiettato al futuro e alle più moderne innovazioni con un occhio anche agli aspetti più concreti e immediati: un “punto fermo nell’operato della futura amministrazione nella ferma convinzione che agricoltura e settore primario, complessivamente considerato, rappresentino da sempre la spina dorsale economica di questo territorio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette