27/01/2022

L'ULTIMA CORSA

#ciscusiamoperildisagio, la petizione in tour tra Verona ed il Polesine

L'iniziativa nata da un'idea del circolo Pd di Badia incontra gli utenti delle ferrovie

#ciscusiamoperildisagio, la petizione in tour tra Verona ed il Polesine

11/05/2018 - 17:14

ROVIGO – I disagi dei pendolari che ogni giorno utilizzano la linea ferroviaria Verona-Chioggia via Rovigo saranno i protagonisti del tour che domani, 12 maggio, farà tappa nel capoluogo polesano per poi proseguire verso l'ultima stazione, quella di Chioggia. L'iniziativa, che si è fatta conoscere grazie allo slogan (con tanto di hashtag) #ciscusiamoperildisagio, è nata in provincia di Rovigo e si è rapidamente diffusa in tutto il Veneto, specie nei territori attraversati dalla tratta ferroviaria in questione. E domani sarà il momento della “ultima corsa”. Tutto è partito dopo che Legambiente ha inserito la ferrovia Verona-Legnago-Rovigo nel rapporto “Pendolaria 2017” tra le 10 linee peggiori d'Italia. Il Pd di Badia Polesine, guidato dal giovane segretario Enrico Mercadante, ha promosso una petizione con l'obiettivo di mettere l'accento sui pro migliorare la situazione che è stata condivisa dai circoli dem dei comuni lungo la tratta. In breve tempo la petizione è decollata e sembra aver raccolto oltre 5mila firme tra il Veronese ed il Polesine. Domani, dunque, sarà il momento del tour: partendo da Verona Porta Nuova alle 8.30, #ciscusiamoperildisagio arriverà in provincia di Rovigo intorno alle 13.30. La prima tappa sarà Badia Polesine, seguirà Lendinara alle 14.30, Fratta Polesine alle 15, Costa di Rovigo alle 15.30, Rovigo alle 16, Ceregnano alle 16.45, Adria alle 17.20, Loreo alle 18.10, Rosolina alle 18.30 per terminare con l'ultima tappa a Chioggia alle 19. “Un tour della tratta ferroviaria da Verona fino a Chioggia – scrive sulla propria pagina Facebook Enrico Mercadante - per ringraziare chi ci ha dato una mano, per incontrare pendolari e utenti della tratta, per ascoltare le istanze di chi usa il treno tutti i giorni e per raccontare quali saranno i prossimi passi del nostro progetto”. Lo stesso Mercadante, sul sito https://www.petizioni24.com/ciscusiamoperildisagio nel quale ha lanciato la petizione, spiega senza mezzi termini i motivi dell'iniziativa: “Mezzi di trasporto vecchi, di difficile e costosa riparazione e manutenzione, spesso non in condizioni igieniche ottimali e altamente inquinanti, accompagnato da una mancanza totale di investimenti sulla linea ferroviaria per convertire magari il trasporto a metano in trasporto elettrico, in seguito a scarse politiche di attenzione di Sistemi Territoriali Spa e della Regione Veneto, impegnata in battaglie sull’autonomia lunghe e complesse che continuano ad ignorare le continue proteste degli utenti.Per questi motivi proponiamo a voi, primi fruitori del servizio ferroviario di questa linea di essere in tanti a sostenerci e a sostenere una battaglia che è prima di tutto la vostra. Non possiamo essere trattati sempre e solo come biglietti o abbonamenti a prezzo scontato nella bella stagione, ma abbiamo tutti il diritto ad un sistema di trasporto ferroviario veloce, innovativo ed ecologico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette