24/01/2022

L'INCONTRO

Gli studenti al sindaco: "Chi chiude le buche?"

Tante curiosità e una bella giornata

11/05/2018 - 14:00

ROVIGO - Il sindaco Massimo Bergamin ha partecipato all'iniziativa “Il sindaco in classe”, organizzata dall'Enaip  Veneto e questa mattina ha raccontato la sua esperienza agli studenti della sede rodigina, rispondendo alle loro domande. Il progetto, come ha spiegato  Cinzia Girotto,  direttore Sistema territoriale e Progetti speciali, è rivolto alle classi 3^ e si integra nei percorsi curricolari triennali di IeFP attraverso la presenza di testimoni privilegiati del mondo delle istituzioni locali. In particolare, l’intervento del sindaco si poneva gli obiettivi di sensibilizzare, promuovere, valorizzare i servizi territoriali e locali ai quali, a vario titolo, la cittadinanza (studenti compresi) è chiamata a contribuire per il loro potenziamento e sviluppo. Dopo l'introduzione e la spiegazione di cosa offre e come lavora l'Enaip, la parola è passata al sindaco, ovvero ai ragazzi con le loro domande e curiosità.  Tra queste:  “Rovigo è una città sicura?”, “E' una città per i giovani?”, “Come eliminare il problema buche nelle strade”, “Come diminuire la burocrazia per chi vuole aprire un'attività”, “Cosa succederà con il Cinergia?”. Tante domande alle quali il sindaco ha puntualmente risposto, spiegando che Rovigo non vive le emergenze di altre realtà anche se l'attenzione e il presidio restano costanti, con un Comitato ordine e sicurezza presieduto dal Prefetto, che si riunisce puntualmente. Rispondendo alla seconda domanda ha detto “Voi giovani dovete essere propositivi e parte attiva della società”; ha poi spiegato che la burocrazia dipende da normative e leggi che impongono di seguire certi percorsi, che le amministrazione locali devono sottostare al Patto di stabilità e che se anche ci sono delle risorse non si possono spendere. “Il taglio dei trasferimenti – ha aggiunto – ha portato negli ultimi anni a circa 5 milioni di euro in meno. Questa è appropriazione indebita politico amministrativa. Sono denari dei cittadini che devono restare qui  e gestiti da chi amministra, per dare le risposte che il territorio chiede. La battaglia per l'autonomia continuerà a tutti i livelli. Ieri – ha proseguito il sindaco - abbiamo stanziato 100 mila euro per intervenire subito sulle buche e altri 100 saranno destinati alle strisce pedonali”. Prima dei saluti il sindaco ha visitato il laboratori ristorazione, dove gli studenti avevano preparato un ottimo buffet di dolci e tartine salate. “Ecco – ha concluso il sindaco - La passione che mettete qui dovete metterla in ogni cosa che fate. Questo vale per tutti, perché ricordate che è ognuno di noi a fare la differenza, con il proprio impegno, la responsabilità civica e il rispetto delle regole, ma soprattutto con la passione. Vi auguro un futuro di belle cose”.   Prima del colloquio con i ragazzi il direttore Girotto aveva presentato al  sindaco l’evoluzione del sistema Enaip - impresa sociale. L'Enaip è un'importantissima realtà del nostro territorio. “Siamo tra i centri più attivi – ha detto Girotto con risultati molto positivi. Da 60 anni facciamo formazione professionale, con percorsi triennali che portano ad una qualifica riconosciuta a livello nazionale ed europeo, a questo si è aggiunto il quarto anno nella ristorazione per dare possibilità ai ragazzi di inserirsi nel mondo del lavoro con competenze più forti. Da anni svolgiamo anche attività per adulti”. E proprio queste sono state illustrate da Laura Chiaia, coordinatore area adulti e imprese. "Il centro di formazione professionale - è stato detto nel corso dell'incontro - sempre più si sta connotando come centro di transizione al lavoro a testimonianza che imparare lavorando in Italia si può. Si evidenzia infatti che le sedi di Enaip Veneto, denominate in base alla nuova legge regionale 8/2017 'Scuole della Formazione professionale', sono accreditate e pertanto riconosciute da Anpal quali agenzie di placement per l’orientamento, l’incrocio domanda offerta, la ricerca attiva, l’accompagnamento, l’inserimento lavorativo e l’erogazione di tirocini in Italia e all’estero".  

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette