29/01/2022

BARATTO AMMINISTRATIVO

"Pagare le tasse lavorando? Facciamolo!"

L'idea del consigliere comunale Antonio Rossini

"Pagare le tasse lavorando? Facciamolo!"

27/04/2018 - 11:26

ROVIGO - "Il decreto legge 133/2014, il cosiddetto Decreto Sblocca Italia, ha introdotto lo strumento del baratto amministrativo, basandosi sul principio generale di sussidiarietà orizzontale (art 118 Cost.), che mira a rendere i cittadini, individui attivi nella cura dei beni comuni tramite iniziative di collaborazione". Lo dice il consigliere comunale Antonio Rossini, che propone l'istituzione di questo strumento anche a Rovigo, in maniera da consentire anche ai cittadini che sono in grosse difficoltà economiche di potersi mettere in pagina con eventuali pendenze come imposte comunali o sanzioni amministrative dovute al Municipio.
"L'istituto del baratto amministrativo - prosegue infatti Rossini - concede la possibilità ai contribuenti di pagare tutte le tasse comunali dando in cambio il proprio lavoro qualora si trovino nella impossibilità di poter estinguere il debito tributario con le modalità ordinarie previste dalla legge. Applicando la normativa, i Comuni possano definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purché individuati in relazione al territorio da riqualificare".
"Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano ma è necessario adottare un Regolamento comunale che delinei specifici aspetti. Sono infatti oltre un centinaio le amministrazioni comunali che hanno già applicato questa forma di 'economia della condivisione' o 'sharing economy' che privilegia un nuovo modello economico che parte dai reali bisogni dei consumatori e non si tratta solo di piccoli Comuni".
Uno strumento che, secondo Rossini, potrebbe essere applicato anche a Rovigo. "Pertanto - conferma - con l'interpellanza, di seguito riportata, ho chiesto se si intenda dare una priorità politica alla realizzazione del baratto amministrativo, facendo in modo che questa amministrazione comunale, attraverso una sinergica attività tra gli assessori preposti ed i relativi Uffici, provveda a redigere il regolamento per la realizzazione del baratto amministrativo".
"Basti pensare a categorie sociali deboli quali pensionati con assegno sociale o con una pensione minima, giovani che a causa della crisi economica e occupazionale hanno perso il lavoro o sono in cassa integrazione, in mobilità o in disoccupazione ordinaria, oppure oggetto di erogazione di Nuova Assicurazione Sociale per l'Impiego e che non riescono a far fronte al pagamento dell'affitto o dell'Imu; per loro, il baratto amministrativo, consentirebbe non solo di saldare il proprio debito attraverso lo svolgimento di lavori socialmente utili, ma anche e soprattutto di non perdere la dignità di essere umano, di padre o madre, marito o moglie, di nonno e nonna, e di aumentare la fiducia nei confronti del Comune di Rovigo, attraverso buone pratiche di rapporto attivo tra il cittadino e la pubblica amministrazione, con diversi vantaggi per tutti  i cittadini".
Rossini affronta poi una serie di altre considerazioni, che a suo emergere fanno emergere ulteriori elementi a favore dell'introduzione di questo strumento, "a fronte di una città sporca e con giardini trascurati e scarse risorse comunali disponibili per questo tipo di servizi, il baratto amministrativo potrebbe comunque garantire tali servizi; in questa maniera si incentiverebbe la popolazione, senza retorica e luoghi comuni, ad occuparsi del  patrimonio collettivo in modo concreto; si combatterebbe l’evasione fiscale e si offre una possibilità di sentirsi  utile e integrato nel tessuto sociale".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette