26/01/2022

ANIMALI

Pesticidi e gambero killer minacciano i nostri anfibi

Tesoro da tutelare

Pesticidi e gambero killer minacciano i nostri anfibi

11/04/2018 - 11:13

ROVIGO - "Aprile è il mese del risveglio della natura, con fioriture, gemme che si aprono e migratori che tornano dai tropici africani. Se la primavera è umida, come quest'anno, a beneficiarne sono anche gli anfibi". Lo spiega la nota dell'Associazione naturalistica Sagittaria, impegnata nella tutela della natura. "Le primavere siccitose - prosegue la nota - difatti, creano gravi problemi a rane, rospi e tritoni, come avvenuto nel 2017. Camminando lungo fossi inerbiti (preservati dai diserbanti agricoli) e sponde fluviali è possibile incontrare, in Polesine, ben 7 specie di 'rane e rospi e 2 specie di tritoni. Le prime a fare la loro comparsa, già da febbraio, sono le cosiddette “rane rosse': la Rana di Lataste e la Rana dalmatina sono anfibi color foglia, che vivono sotto le siepi, nei boschetti umidi e nei fossi con folta vegetazione; vengono tradizionalmente chiamate “saltari” o “rane pisote”. Sono specie gravemente minacciate, scomparse dalla maggior parte delle aree del Polesine". "Resistono in poche stazioni, fra cui il Po di Maistra, gioiello di biodiversità. In questa stagione sono attive anche le raganelle: la Raganella è la specie più arboricola, essendo infatti in grado di arrampicarsi su tronchi e rami degli alberi. Può essere di color verde smeraldo o più smorzato, ed è in grado di vivere anche a stretto contatto con l'uomo, ad esempio nei giardini più naturali e freschi. Frequenta anche ambienti insoliti per un anfibio, come le aride dune fossili di Fenilone e Rosolina". "La specie in assoluto più 'sinantropica' è il Rospo smeraldino: se cercate bene nel vostro giardino non sarà difficile trovarne qualche esemplare, intento a nascondersi da cani e gatti o a cercare insetti e lombrichi. Ha una livrea chiara con disegni verdi, ed emette un caratteristico trillo. Tutti questi anfibi sono amici dell'uomo, in quanto voraci consumatori di insetti. A danneggiare gravemente gli anfibi ci sono prima di tutto i prodotti utilizzati in agricoltura; secondariamente la predazione esercitata dal Gambero rosso della Louisiana, specie esotica importata dagli Usa, e chiamata comunemente 'gambero killer'".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette