Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

OCCHIOBELLO

Parole d’autore, tra gli ospiti Avati e Paolo Crepet

Parole d’autore, tra gli ospiti Avati e Paolo Crepet
OCCHIOBELLO - Romanzi, saggi, giornalisti e scrittori per l’ottava edizione di Parole d’autore. Sarà la giornalista Tiziana Ferrario ad aprire la rassegna letteraria del Comune di Occhiobello il 23 marzo, alle 21, al teatro don Gino Tosi di Santa Maria Maddalena. È stato presentato in conferenza stampa il calendario dei nove appuntamenti gratuiti, curati dall’associazione Cuore di carta e dal direttore artistico Bruna Coscia. "Se mai il nostro capoluogo di provincia dovesse candidarsi a 'Capitale della cultura' – ha detto il sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni -, proponiamo una rete di eventi, tra cui Parole d’autore e la stagione teatrale, per nobilitare una provincia che, se unita nel suo panorama culturale, può uscire dal cono d’ombra in cui si trova. Parole d’autore è una rassegna di qualità – ha aggiunto il sindaco -, per noi rimane un investimento importante che non intendiamo disattendere". Sulle ottime risposte di pubblico e presenze nelle precedenti edizioni, è intervenuta Silvia Fuso, assessore alla cultura: "Questa è l’ottava edizione e in tanti anni non abbiamo mai registrato una flessione di pubblico, tutt’altro, le presenze, anche da fuori provincia e da fuori regione, confermano che andiamo nella direzione dei gusti delle persone e della voglia di cultura". Il calendario: 23 marzo Tiziana Ferrario con Orgoglio e pregiudizi, 29 marzo Corrado Augias con Questa nostra Italia, 6 aprile Mario Tozzi con Paure fuori luogo, 13 aprile Paolo Crepet con Il coraggio, 20 aprile Vito Mancuso con Il bisogno di pensare, 27 aprile Michela Marzano con L’amore che mi resta, 4 maggio Pupi Avati con Il signor diavolo, 11 maggio Guido Marangoni con Anna che sorride alla pioggia, 18 maggio Pietro Brunello e David Riondino con 1962-1966 La nascita del mito Bob Dylan. In conferenza stampa, erano presenti don Guido Lucchiari, Bruna Coscia dell’associazione Cuore di carta e Sergio Gnudi del settore cultura e comunicazione del Comune.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy