Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

RUGBY VILLADOSE

Un pareggio e una sconfitta per i "baby" neroverdi

VILLADOSE - Bilancio di un pareggio e una sconfitta per le formazioni giovanili dell' Andreotti Fulvia Tour Rugby Villadose nello scorso turno di campionato. L'under 16 è stata costretta sul 12-12 nella trasferta che la vedeva di scena sul campo del Valpolicella West Verona. I tecnici Luca Cavallaro e Daniele Tumiati hanno schierato: Gozzo, Ferro, Destro, Marega, Rizzato, Masiero, Bonavigo, Cariero, Fornasiero, Berto, Morello, Schiesari, Zanobbi, Vanzan, Concreto (subentrati Zanirato e Boscolo). Gara dominata per tutti i 60 minuti dall'Andreotti Auto Fulvia Tour Rugby Villadose, che ha concesso veramente poco agli avversari, evidenziando superiorità in mischia chiusa, touche, possesso, ma che, come già accaduto altre volte, ha pagato a caro prezzo un paio di disattenzioni decisive, con tanto di beffa del pareggio proprio allo scadere. Nel primo tempo ottima meta in bandierina di Cariero, bravo a finalizzare un’azione di squadra perfetta. E poi una disattenzione su un calcio profondo e il pareggio 5-5 del Valpolicella: risultato con cui si è conclusa la prima frazione di gioco. Secondo tempo ancora con grande possesso e meta di Masiero che trasforma il vantaggio del Villadose per 12-5. Tutto finito o così sembra, ma purtroppo un altro errore costa caro ai neroverdi. Calcio di punizione contro, difesa che non torna velocemente ai dieci metri e non placca: pareggio 12-12, con qualche delusione per il risultato, ma anche ottimismo per il bel gioco. Un po' di amarezza invece per la sconfitta dell'under 14 a Belluno, 49-24, con i ragazzi neroverdi avanti a fine primo tempo e calati fisicamente alla distanza, anche a causa di qualche infortunio. A pochi minuti dalla fine della partita il risultato era ancora pienamente in equilibrio sul 28-24 e la differenza è stata tutta nella maggior freschezza dei padroni di casa. In campo per l'Andreotti Auto Fulvia Tour Rugby Villadose: Lodo, Talmaci, Zoletto, Zanobbi, Zago, Allegro, Zanella, Cinti, Bonavigo, Gennari, Mazzolaio, Dolcetto, Rizzato, Pelà, Kostyakov. Mete per i polesani di Allegro, Lodo e doppietta per Bonavigo, autore anche di due trasformazioni.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy