22/05/2022

POLESELLA

Serata speciale nel ricordo di Arialdo Rosatti

Serata speciale nel ricordo di Arialdo Rosatti

16/12/2017 - 10:11

POLESELLA - Serata molto partecipata quella di venerdì 15 per l’iniziativa promossa dal circolo Pd e intitolata "La politica come impegno. Ricordando Arialdo", evento dedicato all’indimenticato Arialdo Rosatti, uomo impegnato in politica, nelle istituzioni, nelle associazioni, prematuramente scomparso la primavera scorsa. In apertura di serata il saluto del segretario provinciale del Pd Giuseppe Traniello Gradassi e del segretario di circolo Sonia Colombani, che hanno introdotto i relatori della serata. Il primo intervento è spettato al consigliere regionale Graziano Azzalin, che ha voluto ricordare il grande impegno politico di Rosatti, evidenziando come abbia saputo essere coerente con le proprie idee nonostante le grandi trasformazioni del sistema dei partiti. "Arialdo - ha detto Azzalin - è sempre stato dalla parte del popolo, anche grazie a quella sua formazione che si era cementata nell’esperienza delle fabbriche torinesi, e che gli aveva permesso di interpretare la politica come forma di analisi e di proposta. Diverse generazioni di amministratori, a Polesella, si sono formate nel suo esempio". L’onorevole Diego Crivellari ha invece puntato su alcune delle caratteristiche umane di Rosatti: "La capacità di lavorare con i giovani, l’impegno per il prossimo e per la comunità, che lo portava a essere sentinella sul territorio, la capacità di interpretare una forma moderna di municipalismo socialista che si è trascinato nei decenni, specie nelle aree rivierasche, la sua presenza costante e disinteressata". Un impegno disinteressato, per l'appunto, che è stato rimarcato anche dall’intervento di Sandro Gino Spinello: "Arialdo ha fatto politica con grande impegno e partecipazione, ma non ha mai usato la politica. Ha saputo essere un elemento coagulante ma capace di rispettare le proprie idee, un organizzatore infaticabile, un lavoratore mai domo e sempre disponibile, con un grande amore per la famiglia che non mescolava mai con l’impegno per la seconda famiglia, ovvero la comunità partito". Il sindaco di Polesella Leonardo Raito ha invece voluto illustrare, attraverso alcune immagini, la figura di Rosatti: consigliere comunale per trent’anni, dal 1980 al 2009, nel 2009 ha voluto generosamente lavorare per gli altri, coagulando sui giovani le preferenze che avrebbe ottenuto  per favorire un ricambio generazione con lungimiranza e attenzione. Moltissime le testimonianze di amici, colleghi, vecchi avversari politici. Franco Modena, fu a lungo capogruppo Dc in consiglio comunale: "Pur da banchi opposti sapevamo conciliare proposte nell’interesse del paese". Bruno Schiesaro, altro ex consigliere comunale democristiano: "Con Arialdo era facile parlare, perchè era generoso e disponibile. La sua perdita è stata dolorosa per la comunità". Sono intervenuti anche Luciano Milani, a lungo presidente Avis, Franco Negri dell’Agesci che ha ricordato l’amore di Arialdo per il fiume Po e Daniela Argenton, che a nome dello Spi-Cgil ha comunicato che la Cgil intitolerà alla sua memoria la Camera del lavoro di Polesella.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0