Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

SOS SALUTE ROVIGO

Malattie della prostata, se ne parla a Palazzo Casalini

Malattie della prostata, se ne parla a Palazzo Casalini
ROVIGO - Si intitola “La prostata e le sue malattie. Prevenzione e cura” l’incontro organizzato a Palazzo Casalini e in programma venerdì 17 novembre. Un tema di grande attualità con un dibattito aperto a tutti per chiedere informazioni su queste particolari patologie che riguardano anche i giovani. L’evento, sesto appuntamento del ciclo di conferenze a tema sanitario “S.O.S. Salute”, è promosso dal circolo culturale “Fors Fortuna Vesta – Il Quadrivio” e da RovigoBanca con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza dell’informazione e della prevenzione, per puntare a stili di vita sani e per conoscere e saper cogliere i sintomi con i quali si manifestano le diverse patologie. Le malattie che interessano la prostata hanno assunto, al giorno d'oggi, una frequenza crescente nell'universo patologico maschile, con tutte le implicazioni che ne conseguono dal punto di vista umano, sociale ed economico. Con il passare degli anni e con il progredire dell'invecchiamento capita spesso che si manifestino sintomi a livello genito-urinario rapportabili a una patologia prostatica. Spesso negli ultracinquantenni si parla anche di "prostatismo", intendendo con questo termine una serie di disturbi più o meno gravi che sono appannaggio principalmente della funzione urinaria e secondariamente di quella sessuale, arrivando a interferire anche seriamente con la vita quotidiana dei soggetti coinvolti. Il tumore, inoltre, può crescere così lentamente che ci sono molte probabilità che un uomo arrivi al termine della sua vita senza neppure sapere di averlo. Ma non sempre è così. Ci si può ammalare, e gravemente, anche se non si è anziani. Per questo è importante la prevenzione. Grazie ai nuovi sistemi è possibile scoprire il tumore alla prostata sempre più precocemente. Sottoporsi a controlli medici periodici è essenziale anche perché oltre metà degli uomini ne ignora i sintomi. Nel corso dell’incontro verranno date informazioni adeguate e di facile accesso sulla prevenzione, sulle opzioni terapeutiche esistenti, sulle relative conseguenze e sui centri più accreditati per i trattamenti. Dopo gli interventi di Maria Teresa Nadia Rossi, presidente dell’associazione “Il Quadrivio”, e di Ruggero Lucin, direttore generale di RovigoBanca, il programma prevede una relazione affidata a Dionisio Schiavone, direttore U.O.C. di Urologia presso l’ospedale “S. M. della Misericordia” di Rovigo. L’esperienza maturata da Dionisio Schiavone, prima a Verona e quindi dal 2009 Rovigo, come Direttore del reparto di Urologia abbraccia tutti i capitoli della patologia urologica, soprattutto quella oncologica, ma anche quella funzionale. All’attività clinica, egli ha affiancato un’intensa attività didattica e di ricerca sia nel corso di Urologia presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Verona, sia nell’ambito della Scuola di Specializzazione di Urologia. Schiavone ha pubblicato articoli di pertinenza urologica su riviste nazionali e internazionali. È stato autore o coautore di diversi libri e trattati. Ha partecipato ai congressi della Società Italiana di Urologia, della Società degli Urologi del Nord-Italia, dell’Associazione Triveneta di Urologia. È stato relatore in vari convegni a carattere locale e nazionale. L'incontro, aperto a tutta la cittadinanza, avrà inizio alle 17.30.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy