18/05/2022

PORTO TOLLE

Contro le bombe d'acqua si vara il "Piano pioggia"

Contro le bombe d'acqua si vara il "Piano pioggia"

04/11/2017 - 11:44

PORTO TOLLE - Il Comune si attiva contro le bombe d'acqua. Con le temperature quasi estive di ottobre l'ufficio tecnico è stato infatti incaricato di ricercare soluzioni possibili per arginare i danni causati da eventi come quelli accaduti a settembre 2017.
Nei giorni scorsi, poi, è stata convocata una riunione operativa di coordinamento dove si era analizzato il territorio alla luce dei vari fenomeni climatici con amministratori, ufficio tecnico comando di polizia locale, Protezione civile, consorzio di bonifica Delta Po e Polesine Acque. Si è trattato di un primo incontro tecnico operativo di coordinamento al quale l'amministrazione intende farne seguire altri a cadenza periodica per progettare azioni congiunte: un programma di analisi, progetti, lavori già ribattezzati "Piano pioggia".
Fossi, canali, bacini di raccolta e idrovore sono stati potenziati negli ultimi anni: il consorzio di bonifica effettua costantemente la manutenzione di sua competenza con un controllo capillare necessario al particolare territorio basso polesano con quote  altimetriche minori del livello del mare. La pulizia dei tratti privati è necessaria ed obbligatoria con riferimento al regolamento comunale  di pulizia idraulica vigente. Con Polesine Acque si sono analizzati gli impianti di sollevamento e gli scolmatori delle fognature miste (acque nere e bianche); con l'azienda i stanno iniziando anche le pulizie programmate delle caditoie che ormai sono georeferenziate. Il comando di polizia locale e la Protezione civile comunale hanno evidenziato invece la necessità di maggior coordinamento laddove vengono previsti eventi climatici importanti.e grandi quantità d'acqua con protocolli di comunicazione snelli.
"Il nostro territorio - rileva il vicesindaco Mirco Mancin - non è particolarmente cementificato ma laddove si sono realizzate negli anni maggiori  urbanizzazioni necessita maggiore attenzione e per far confluire le acque piovane piovane nella rete di bonifica. Sul piano urbanistico si dovranno considerare e progettare, soprattutto a Ca' Tiepolo, zone di lagunaggio per poter fare confluire le grandi quantità d'acqua che ormai si prevedono frequenti e non sono più eventi isolati".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0