18/05/2022

SINDACATI IN RIVOLTA

"Quello delle onoranze funebri è un pasticcio politico"

"Quello delle onoranze funebri è un pasticcio politico"

01/11/2017 - 08:57

ROVIGO - Tentativo di conciliazione in prefettura sulla vertenza aperta per la vendita delle quote di Asm Onoranze Funebri. In prima fila coi lavoratori, che hanno presidiato l’entrata con un significativo striscione "Non vendete il nostro futuro", Fp Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil che al termine dell'incontro, definito "deludente" hanno rilasciato queste dichiarazioni: "Riunione inconcludente che ha chiaramente sancito la mancanza di volontà di dare risposte ai 12 lavoratori e alle famiglie sul loro futuro. Nascosti dietro all’esile paravento della legge Madia l'azienda e ha affermato che il Comune è stato costretto a vendere senza un minimo di valutazione del valore sociale di quest'azienda (lavoro, servizio al cittadino, servizio di pubblica utilità nel recupero delle salme). Cosa però inaccettabile - incalzano Davide Benazzo, Enrico Rigolin e Carlo Ronzino - è l’assoluta mancanza di volontà di tutelare i lavoratori proseguendo con la vendita senza le tutele che a parole si erano sbandierate ma che alla fine nessuno ha realmente voluto inserire. Si sta prospettando una vendita non giustificata di un bene pubblico determinando i presupposti per un danno sociale che difficilmente riusciremo ad evitare per l’inedia dell’amministrazione comunale e del sindaco che non hanno assolutamente voluto ascoltare le richieste che a più voci chiedevano di prendere una posizione al fine di tutelare queste persone". Per la triade, insomma, "si è voluto far cassa sulla pelle di chi lavora, nella peggiore fattispecie di liberismo incurante delle persone. Se questo è tutela sociale e dei propri cittadini siamo ben distanti dal fare il proprio dovere: nessuno ci obbligava a fare quello che nei fatti si dimostra creare i presupposti per la perdita di posti di lavoro, per un aumento dei costi sociali e per un aumento dei servizi per gli attori pubblici che dovranno pagare il servizio di recupero ora assicurato da Asm Onoranze Funebri. E’ chiaro - concludono - che con i lavoratori proclameremo immediatamente sciopero e tutte le iniziative per denunciare pubblicamente questo pasticcio politico a danno di 12 persone e 12 famiglie".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0