17/05/2022

"ROSATELLUM"

"Polesine rischia di non aver rappresentanti a Roma"

"Polesine rischia di non aver rappresentanti a Roma"

31/10/2017 - 16:41

ROMA - "Con questa legge elettorale il Polesine rischia seriamente di non avere nemmeno un eletto a Roma". Il senatore Bartolomeo Amidei interviene ribandendo nuovamente e fermamente il suo parere sul "Rosatellum", che resta assolutamente critico e contrario. "I cittadini - rileva - non potranno scegliere i loro rappresentanti, visto che con questo sistema nei listini del proporzionale finiranno i soliti raccomandati e nell'uninominale gli uomini scelti dai partiti. Di fatto, si andrà a votare proprio per i partiti e non più per le persone, cosa che reputo oltre che inaccettabile anche incomprensibile specie se considerato che per le regionali e le europee si continua a optare per il contrario, ovvero le preferenze ai candidati". Per l'ex commissario provinciale di Forza Italia, da alcune settimane transitato nel Gruppo misto, "si tratta molto semplicemente di una legge fatta male, ad uso e consumo dei partiti che potranno decidere il bello e il cattivo tempo. Quanto al nostro Polesine, già considerato ai margini nell'economia della politica regionale in materia di elezioni, il rischio più che concreto è che con la prossima legislatura i quasi 200mila aventi diritto residenti qui non riescano a mandare nemmeno un rappresentante del loro territorio in Parlamento". Amidei, sull'argomento legge elettorale, è anche intervenuto in aula in sede di dichiarazione di voto, con un intervento accorato e appassionato, dichiarando di non partecipare al voto in segno di profondo disappunto e dichiarando di non sentirsi rappresentato da una legge che non rappresenta  per nulla l’espressione della volontà del popolo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0