17/05/2022

LA POLEMICA

Postamat, pochi e mal distribuiti: efficienza sportelli a rischio

Postamat, pochi e mal distribuiti: efficienza sportelli a rischio

21/10/2017 - 13:16

ROVIGO - I postamat? Pochi e mal distribuiti. Questo in sintesi il pensiero di Bartolomeo Amidei che invoca una presenza più capillare dei distributori di denaro all'esterno delle filiali di Poste Italiane.
L'ex senatore di Forza Italia disegna la situazione: "Se a Rovigo città la stragrande maggioranza degli sportelli ne è dotata, con il caso delle Poste centrali di corso del Popolo dove ne abbiamo addirittura due, uno interno ed uno esterno, lo stesso non può dirsi facendo anche solo pochi chilometri di distanza. Penso al paese dove sono nato, dove risiedo e dove ho fatto il sindaco, Loreo, ma le cose non cambiano spostandosi nei dintorni o andando da Rovigo verso ovest e quindi in Altopolesine come anche in altre zone della provincia".
Amidei, che si dice pronto a presentare un'interrogazione in proposito, non riesce a spiegarsi il motivo di questa carenza: "Il postamat permetterebbe di snellire le file allo sportello, specie in quei paesi della provincia dove la percentuale di anziani è elevata e si rischia di intasare le filiali con code chilometriche. Chi deve fare una raccomandata o ritirare un pacco, è obbligato ad attendere anche per lunghi minuti quando invece il tutto potrebbe esser molto più rapido ed efficiente, permettendo tra l'altro agli stessi dipendenti di dedicarsi a quelle operazioni dove è tassativo il passaggio del cliente in filiale e l'intervento diretto dell'operatore...".  Una proposta concreta ma anche economicamente indolore visto che il costo sarebbe assolutamente sostenibile per l'azienda.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0