16/05/2022

CONTRO LO IUS SOLI

Forza Nuova, militanti mangiano panini davanti a sedi Pd

13/10/2017 - 14:18

ROVIGO – Un panino addentato davanti alle sedi del Pd di Rovigo e di Lendinara. E' la singolare protesta messa in campo dai militanti di Forza Nuova della provincia di Rovigo contro lo Ius Soli, la proposta di legge che in questi giorni sta infiammando le aule del Parlamento tra chi è contrario e chi invece lo ritiene un passaggio obbligato nel riconoscimento dei diritti dei figli dei migranti nati e cresciuti in Italia, al punto da iniziare uno sciopero della fame “a staffetta” per sostenerne le ragioni. Ecco perché gli esponenti del movimento di estrema destra hanno deciso di presentarsi davanti ai quartier generali del Partito democratico, sia alla sede provinciale di Rovigo sia alla sede del circolo di Lendinara, “armati” di panini pronti per essere mangiati. Una sorta di “controprotesta”, dunque, le cui motivazioni sono spiegate in un comunicato dal titolo emblematico: “Ius Soli: nemici d'Italia fingono digiuni, Forza Nuova risponde mangiando davanti sedi Pd”. Perfettamente in linea con la retorica del nazionalismo, del populismo e dell'antieuropeismo, il comunicato di Forza Nuova recita: “I nemici dichiarati della nostra civiltà, quelli che mai hanno digiunato per difendere gli interessi degli italiani massacrati da quattro governi illegittimi imposti dalla Bce, hanno pensato bene di digiunare a favore della scellerata legge sullo Ius Soli. Uno sciopero della fame per altro finto e ad esclusivo scopo propagandistico (o dietetico), per promuovere l’islamizzazione d’Italia. La risposta di Forza Nuova ai 'digiunatori' anti italiani non poteva farsi attendere: il classico panino con gli amici lo mangiamo davanti alle sedi del Pd, alla faccia loro! Ai falsi digiuni dei servi rispondiamo con i sani appetiti dati dalla nostra fame di rivoluzione”. La propaganda di Forza Nuova contro lo Ius Soli, comunque, è iniziata già da qualche tempo. Nei giorni scorsi il Nucleo Altopolesine coordinato da Stefano Panzetta si è dato appuntamento a Castelmassa per una raccolta firme tra i cittadini proprio contro la proposta di legge sullo Ius Soli. E in una mattinata, i sottoscrittori delle ragioni del movimento sono stati circa un centinaio. “Forza Nuova – ha spiegato Panzetta - rimarrà saldamente in opposizione alla proposta di legge sullo Ius Soli, In base al cui principio si riconoscerà la cittadinanza italiana a chi è ‘nato nel territorio della repubblica da genitori stranieri, di cui almeno uno sia residente legalmente in Italia, senza interruzioni, da almeno cinque anni, antecedenti alla nascita’. E con il termine ‘legalmente’, andremo quindi a tollerare che la cittadinanza venga, senza alcun problema, consegnata anche nel caso in cui uno dei genitori sia clandestino”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0