20/05/2022

LEGAMBIENTE

Una quercia in memoria di Marco Boscolo

30/09/2017 - 10:15

ROVIGO - Iniziativa in ricordo di Marco Boscolo alla scuola materna di San Pio X. Nel pomeriggio di venerdì 29 settembre, è stata ricordata la figura del presidente di Legambiente Rovigo, noto professionista e prematuramente scomparso sei mesi fa. Accompagnati dai canti dei bambini, amici, parenti, colleghi e volontari hanno regalato alla scuola una quercia con una targa su cui compare la frase di Darryl Cherney scelta da Anna e Antonio, figli di Marco ed Elisa: “Io non sono un ambientalista, sono un guardiano della terra". Angelo Mancone, storico presidente di Legambiente Veneto, ne ha ricordato la dedizione alla salvaguardia dell’ambiente e l’onestà nella vita privata e professionale: “Marco non amava i grandi discorsi. Era un tecnico preparatissimo e, attraverso le sue conoscenze e la sua attenzione maniacale al risparmio e all’efficienza energetica, contribuiva ogni giorno a far crescere la cultura ambientale di ciqqttadini e istituzioni. Era un eretico, in un mondo di tecnici ancora troppo concentrati su un modello di sviluppo sbagliato”. Toccanti le parole della moglie, Elisa, che ha rivolto un appello ai bambini presenti: “Il mondo e la natura hanno bisogno di voi. Siate come Marco, siate anche voi guardiani della natura". Infine il ricordo di Giovanna Pizzo e Giorgia Businaro, che hanno condiviso con Marco molti anni di impegno all’interno dell’associazione ambientalista: “Questo albero da oggi ricorderà l’esempio di Marco. Marco era proprio come una quercia: radici ben piantate nel suo territorio, un tronco solido, rappresentato dai valori in cui credeva e dalle sue competenze tecniche, e la testa rivolta al cielo, capace di anticipare il futuro. Marco rappresenta un esempio per tutti coloro che intendano promuovere un modello di ambientalismo scientifico e concreto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0