20/05/2022

TAGLIO DEL NASTRO

Uil apre una nuova sede in viale Trieste

30/09/2017 - 09:51

ROVIGO - Taglio del nastro ieri per la nuova sede della Uil di Rovigo negli uffici di viale Trieste che vanno così ad aggiungersi a quelli di via Mazzini, da 25 anni casa dell'Unione italiana lavoratori. A benedire i locali, monsignor Carlo Marcello, direttore dell'Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Adria-Rovigo, il segretario organizzativo nazionale Uil Pierpaolo Bombardieri, il segretario nazionale Uil pensionati Romano Bellissima, il segretario generale Uil Veneto Gerardo Colamarco. Presenti inoltre, oltre al sindaco di Rovigo Massimo Bergamin, anche i referenti provinciali di Cgil e Cisl, ossia Fulvio Dal Zio e Andrea Mosca Toba. "Questa nuova sede - ha esordito il segretario generale Uil Colamarco - è un segnale importante per il territorio, soprattutto per i giovani. Oltre infatti 30mila giovani hanno lasciato il Veneto negli ultimi anni, per mancanza di prospettive. Abbiamo bisogno di giovani, senza giovano non c'è infatti futuro. Dobbiamo tornare ai livelli occupazionali del 2008. La nostra speranza è quella che l'amministrazione voglia collaborare con noi per il benessere di questo territorio, già tanto provato dalla crisi del lavoro degli ultimi tempi". "Chi combatte per la difesa dei diritti dei più deboli - ha detto Bergamin - troverà sempre il mio appoggio e quello dell'amministrazione. Non mi sono mai negato agli incontri con le rappresentanze sindacali perchè capisco il ruolo importante che avete in questo periodo, in quanto voce dei lavoratori e dei tanti pensionati presenti in Polesine"

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0