20/05/2022

DEGRADO COMMENDA

Viale Europa, ma che disastro

24/09/2017 - 15:25

ROVIGO - Lotta senza quartiere al degrado di strade, marciapiedi e pista ciclabile nel cuore del quartiere Commenda. Non è un gioco di parole ma l'ultima battaglia del consigliere comunale Antonio Rossini (Lista Tosi) che non è nuovo a questo tipo di segnalazioni alla giunta Bergamin. Questa volta nel mirino di Rossini c'è viale Europa, la strada costeggiata da una pista ciclabile che collega viale Gramsci alla zona degli istituti scolastici e degli impianti sportivi come il campo Coni e lo stadio Battaglini passando accanto al parco Maddalena. Come si vede dalle foto che il consigliere tosiano allega alla propria interpellanza, lo stato di salute della strada in questione non è dei migliori tanto che Rossin parla di “disastrosa e pericolosissima situazione del tratto di strada, della ciclabile, dei marciapiedi in viale Europa, tra la rotatoria di via Tisi da Garofalo fino all'ex Maddalena. Buche, gradini sul selciato, vegetazione che cresce sopra le buche, a fianco e sulla carreggiata rendono, per raggiungere le abitazioni, le scuole, le strutture sportive, difficoltoso e pericoloso il movimento in automobile, in bicicletta, a piedi - spiega - L’incolumità di molti cittadini, giovani o meno, in quell’area è a rischio”. Insistendo in modo particolare sull'importanza di avere una rete di ciclabili efficiente ed in buono stato, sia per favorire la mobilità sostenibile sia per diffondere uno stile di vita sano che contribuisca a diminuire i livelli di inquinamento dell'aria causati dal traffico, Rossini punta quindi il dito sul tema della sicurezza: “La sicurezza fisica dei cittadini che percorrono i tratti di strada sopra descritti deve rientrare negli obiettivi politici di questa amministrazione comunale” per poi arrivare alle richieste che rivolge direttamente al primo cittadino Massimo Bergamin. Chiedendo "se si intenda politicamente far avviare le procedure per utilizzare i fondi previsti dalla legge di stabilità per interventi concreti e duraturi, investendo in una ciclabilità e pedonalità cittadina a lungo termine", Rossini vuole sapere "se si intenda voler far verificare la rispondenza dell’attuale stato dell'arte del tratto di strada, dei marciapiedi e della ciclabile inviale Europa ai criteri di minima sicurezza per il personale in transito, dove anche i pedoni trovano una situazione di estremo pericolo”. E ancora: “Se si intenda, quindi, far adeguare le superfici di rotolamento lungo l’intero itinerario ai criteri di sicurezza previsti dalla vigente normativa e se si intenda porre in atto, nelle sedi più opportune, tutte le azioni ritenute più idonee a garantire ai cittadini di Rovigo, in tempi certi e rapidi, un movimento ciclopedonale e veicolare in sicurezza, individuando, come priorità politica, i lavori necessari nei tratti di strada intorno a tutti i plessi scolatici, alle palestre, alle strutture sportive della città”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0