17/05/2022

TERREMOTO FORZA ITALIA

Amidei si dimette da commissario provinciale

Amidei si dimette da commissario provinciale

17/09/2017 - 13:52

ROVIGO - Terremoto politico nel centrodestra. Con una decisione tanto improvvisa quanto irrevocabile, il senatore Bartolomeo Amidei ha rassegnato le dimissioni da commissario provinciale di Forza Italia. La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno, a distanza di soli quattro giorni dalla costituzione del nuovo direttivo provinciale del partito, le cui nomine non sono state avvallate dai vertici regionali. "Dopo aver ricevuto (sabato 16 settembre, ndr) la telefonata di Piergiorgio Cortellazzo - spiega Amidei - che a nome del commissario regionale di Forza Italia Adriano Pàroli e del senatore Niccolò Ghedini mi riferiva la non approvazione del direttivo provinciale costituito solo pochi giorni fa, ho ritenuto giusto di dimettermi da commissario provinciale del partito". Il senatore, amareggiato, fornisce anche i motivi: "Ho valutato che la formazione del nuovo organismo era stata condivisa da tutti e ritenendo che le venti persone che avevo scelto sono qualificate oltre che espressione di tutto il territorio e delle istanze della provincia di Rovigo, ma soprattutto meritevoli di rispetto, non restava a quel punto altra via che rimettere il mio mandato. Cosa che ho fatto". L'ex sindaco di Loreo scende anche nel dettaglio: "Da parte di Forza Italia a livello regionale c'è un vulnus di fondo: non si può entrare così nel merito di una nomina che è competenza del commissario provinciale che ha avocato questa funzione a sé. Si tratta di un'ingerenza bell'e buona oltre che, e non scopro nulla di nuovo, mancata conoscenza del territorio ma d'altro canto venendo da Brescia il commissario regionale può sapere ben poco di Rovigo...". Quindi l'attacco diretto, quasi un affondo: "La verità è che si voleva che la squadra venisse allargata anche all'ultimo dei club nati, parlo dei vari Bimbatti, Bellinazzi e Sguotti, cosa che non ho preso in considerazione perchè convinto che la politica sia impegno sul territorio non solo caccia alle preferenze, Questa ormai è la politica da risiko, si spostano persone e voti a proprio piacimento, ed è politica da mercenari, dai quali non ci si può attendere per definizione lealtà o fedeltà". Forza Italia, in Veneto - Amidei non manca di rilevarlo - vive da tempo un'involuzione generale che ha portato il partito di Berlusconi e Galan a scendere sotto il 5% con picchi minimi come quello di Verona (di poco superiore al 3) che la dicono lunga sulla gestione del commissario: di qui le critiche rivolte già in tempi non sospetti allo stesso Pàroli fino alla resa dei conti di sabato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0