22/05/2022

CARROCCIO E MAL DI PANCIA

"La nomina di Falconi figlia di un disegno occulto"

"La nomina di Falconi figlia di un disegno occulto"

15/09/2017 - 07:04

PORTO VIRO - Il coordinatore comunale di Forza Italia Enrico Bonafè, fresco di nomina all’interno del direttivo provinciale, e il coordinatore comunale di Federazione di Centro Udc/Cdu Paolo Bologna intravvedono un disegno occulto all’interno della Lega a livello comunale e provinciale. “L’entrata in giunta nella città capoluogo del segretario provinciale della Lega Nord, Stefano Falconi - dichiarano - ha destato da parte dei rappresentanti centristi una ferma protesta. Abbiamo anche letto quanto affermato dal consigliere comunale Fabio Benetti, leghista doc, che denuncia in maniera chiara e forte quanto sta succedendo nel suo partito a livello nazionale e afferma in maniera esplicita e coraggiosa ‘costretti a stare zitti o rischiamo l’espulsione’ contestando con ciò la linea politica portata avanti dal segretario nazionale Matteo Salvini. Ora, una vicenda come quella della nomina di Falconi ad assessore non può passare sotto silenzio né all’interno della Lega né a livello di opinione pubblica". Bonafè e Bologna vanno avanti: "Molti rodigini, politici e non, ritengono tale scelta semplicemente scandalosa. La prima domanda che si pongono è se la città di Rovigo non sia in grado di esprimere un leghista all’altezza della situazione. A questo proposito ricordiamo il percorso politico e le scelte fatte da Falconi dal momento che è stato eletto segretario provinciale, dopo aver dichiarato ai quattro venti, sia sui mezzi di comunicazione che nelle riunioni, che avrebbe ricostituito il centrodestra sul modello regionale in tutti i comuni chiamati al voto. Stessa linea dichiarata con fermezza anche da Pako Massaro di Rosolina, responsabile della Lega dell’area del Delta. I risultati sono sotto gli occhi di tutti e cioè che a Porto Viro hanno scambiato la destra con la sinistra alleandosi con il Pd escludendo Forza Italia e Federazione di Centro, che tra l’altro sono in maggioranza nella giunta rodigina. Un risultato politico che si commenta da solo...". I due non mollano di un centimetro e proseguono senza giri di parole: "Ora ci si chiede se la nomina di Falconi sia un premio per le scelte fatte soprattutto a Porto Viro, fuori da qualsiasi linea politica del partito, se la Lega sia diventata una specie di onlus benefica, o altre motivazione che il tempo, che è sempre galantuomo, ci farà scoprire. Ma al di là degli alleati che seppur hanno abbozzato una certa presa di posizione, ci chiediamo cosa ne pensino all’interno della Lega rodigina, soprattutto il consigliere Fabio Benetti, che come ricordato, con grande determinazione ha pubblicamente denunciato il proprio dissenso nei confronti delle scelte adottate, a suo parere, fuori dalle linee politiche leghiste”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0