16/05/2022

SALUTE

Diabete, conoscerlo per affrontarlo

Diabete, conoscerlo per affrontarlo

15/09/2017 - 08:01

ROVIGO – Una serie di incontri per discutere ed affrontare la malattia del diabete insieme ai medici che ogni giorno sostengono i pazienti nel loro percorso di cura. E' l'iniziativa dell'Associazione diabetici di Rovigo che darà il via alle conferenze lunedì 18 settembre nella sala della Gran Guardia discutendo del tema “Innovazioni tecnologiche nell’assistenza al diabetico”. I successivi incontri-dibattito, con ingresso libero, riguarderanno altri temi di grande rilevanza nel quadro dell’assistenza al diabetico: “Progetto di screening per la Retinopatia Diabetica nell’Ulss n. 5” il 18 ottobre, “Le complicanze del diabete: cuore e reni” il 14 novembre nel quadro delle celebrazioni della Giornata mondiale del diabete; “Diabete e attività fisica nel giovane e nell’anziano” il 14 dicembre. Aperto ai cittadini, l’incontro di lunedì 18 ha il suo fulcro nella relazione di Francesco Mollo, responsabile della Uosd di Malattie endocrine, metaboliche e della nutrizione, che, col prezioso gruppo di lavoro dei medici del Centro antidiabetico, cerca di dare la migliore assistenza possibile ai numerosi pazienti, che quotidianamente si presentano preoccupati alla visita di controllo. In questo contesto il tema delle innovazioni tecnologiche nell’assistenza al diabetico impone riflessioni più avanzate rispetto ai paradigmi del passato; curare il diabete semplicemente “mangiando un po' meno” e “prendendo qualche mezza pastiglietta” è una metodologia ormai superata. In Polesine la popolazione diabetica ha raggiunto la cifra di 20mila unità. Un numero che, stando a quanto riportato in una nota dell'Associazione diabetici, richiederebbe “più personale medico strutturato soprattutto tra Trecenta e Adria”. “Dal punto di vista più propriamente tecnologico – si legge - sono entrati nel mercato, accanto ai comuni glucometri per la misurazione della glicemia con puntura del polpastrello, sensori sofisticati in grado di misurare continuativamente la glicemia, una volta applicati sulla cute, ed in grado di inviare le proprie rilevazioni wireless ad un microinfusore automatico di insulina o ad una app scaricata sul cellulare. La rete internet, inoltre, permette di trasferire le proprie rilevazioni glicemiche direttamente su un portale connesso con il Servizio diabetologico, permettendo una sorveglianza a distanza sull’andamento del proprio diabete”. In Polesine già ora almeno 3mila pazienti diabetici utilizzano farmaci innovativi, 50 persone portano un sensore glicemico, 15 persone controllano il diabete mediante microinfusori insulinici, 15 donne con diabete gestazionale scaricano e trasmettono tramite app da casa i loro valori glicemici e circa 70 soggetti, per lo più non autosufficienti o con fragilità socio-assistenziale, sono seguiti mediante monitoraggio glicemico domiciliare. A testimonianza di iniziative di riflessione sul tema diabete, il 13 ottobre alle 17.30 ci saranno anche una serie di conferenze “Sos salute”, organizzate con il sostegno di Rovigobanca, che ne analizzeranno aspetti e complessità.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0