20/05/2022

GESTIONE RIFIUTI

Consiglio di bacino, anche Rovigo si adegua

Consiglio di bacino, anche Rovigo si adegua

12/09/2017 - 16:47

ROVIGO – Si chiude l'era-Tugnolo nell'ambito delle società pubbliche che gestiscono la partita dei rifiuti polesani. Oggi, 12 settembre, nella sala consiliare di Palazzo Nodari, si è costituito il Consiglio di bacino Rovigo, il nuovo ente che prenderà il posto (e le funzioni) attualmente gestite dal Consorzio Rsu liquidato appunto da Pierluigi Tugnolo, ex presidente del Consorzio, poi nominato liquidatore dalla Regione Veneto nel 2013. Ad annunciarlo è il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin: “E' una giornata storica - afferma - Quest'amministrazione, in qualità di ente coordinatore per la costituzione del Consiglio di bacino è stata capace di ottemperare ad un obbligo che doveva essere espletato già nel settembre 2014, secondo quanto previsto dalla legge regionale 52/2012. Oggi è stato raggiunto un risultato straordinario per tutto il Polesine che dimostra come, attraverso il dialogo, si possano raggiungere grandi risultati”. Lo statuto istitutivo del Consiglio di bacino è stato sottoscritto da tutti i sindaci della provincia di Rovigo dopo che ogni singolo consiglio comunale ha approvato il documento in aula. Ora il compito del sindaco Bergamin sarà quello di convocare la prima assemblea del Consiglio che stabilirà il numero dei componenti del comitato di gestione e, in una successiva assemblea saranno eletti il presidente ed i membri del comitato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0