22/05/2022

CENTRO ANTIVIOLENZA E CASA RIFUGIO

Dalla Regione un finanziamento provvidenziale

Dalla Regione un finanziamento provvidenziale

09/09/2017 - 16:54

ROVIGO – Una boccata di ossigeno per Centro antiviolenza e Casa rifugio destinata alle vittime di abusi allontanate da mariti e compagni violenti. La giunta di Rovigo guidata dal sindaco Massimo Bergamin, durante la seduta di venerdì 8 settembre, ha deliberato l'accettazione di un finanziamento regionale stanziato con fondi statali per proseguire l'attività delle due strutture. In particolare, si tratta di 20mila euro per Centro antiviolenza del Polesine e di 32mila euro per la Casa rifugio. “Sono fondi nazionali – spiega un breve comunicato - le cui quote sono state definite dallo Stato e da questo trasmessi alla Regione Veneto che li ha finalizzati al Comune di Rovigo”. Il Centro antiviolenza di Rovigo è la struttura capofila della rete dei centri antiviolenza della provincia: negli ultimi mesi è stato al centro delle cronache locali perché lo scorso 30 aprile ha chiuso le attività per mancanza di fondi. Il Centro è poi stato riaperto agli inizi di luglio con un nuovo bando comunale che ne ha assegnato la gestione alla cooperativa Domi Group di Napoli. Il bando di 24mila euro prevede la gestione per sei mesi, scaduti i quali, il futuro della struttura sarà nuovamente messo in discussione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0