17/05/2022

CAMPAGNA INFORMATIVA

Migranti, ora la Polfer insegna come usare il treno

Migranti, ora la Polfer insegna come usare il treno

07/09/2017 - 13:24

ROVIGO - I migranti si spostano principalmente con il treno ma non ne conoscono le regole di sicurezza. Molti di loro passeggiano addirittura lungo i binari anche durante la notte: diversi gli episodi di questo tipo segnalati anche a Rovigo. Questa la motivazione che ha spinto la Polizia Ferroviaria a lanciare una campagna per sensibilizzare i migranti rispetto ai pericoli connessi con un utilizzo improprio del mezzo ferroviario. La Polfer, che quest’anno celebra il 110esimo anniversario dalla fondazione, lancia dunque “Keep safe from railway risk” diretta proprio ai migranti presenti in Italia, clienti  assidui di treni e stazioni ferroviarie. Il passaggio dei profughi riguarda, sottolinea la Polizia, anche le vie di comunicazione ferrate e finisce per tradursi talvolta in comportamenti estremamente pericolosi quali camminare lungo i binari, arrivando fino ad addentrarsi nelle gallerie, ovvero viaggiare sui tetti dei treni, con il rischio elevatissimo di rimanere folgorati. Sono quattro i migranti deceduti nei primi sei mesi dell’anno e altrettanti i feriti (per lo più folgorazioni o investimenti lungo linea), con una tendenza in deciso aumento rispetto al 2016 che, durante l’intero anno solare, aveva fatto registrare complessivamente 3 decessi e 3 ferimenti. Gli ultimi tragici episodi sono stati rilevati nelle sole ultime due settimane: un 36enne iracheno nei pressi di Ventimiglia è stato investito mortalmente all’interno di una galleria, mentre un cittadino del Ghana ed uno del Mali sono rimasti folgorati, il secondo con esito letale, rispettivamente a Verona ed in Liguria, al confine con la Francia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0