22/05/2022

EDILIZIA PUBBLICA

Graduatoria comunale, il “prima gli italiani” del consigliere Rossini

Graduatoria comunale, il “prima gli italiani” del consigliere Rossini

07/09/2017 - 15:07

ROVIGO – Da anni si parla di cambiare i criteri di assegnazione ma poi, alla pubblicazione di ogni graduatoria, la “sorpresa” e le relative polemiche sono sempre le stesse. E ogni volta si alza dal coro una voce che ripete come un mantra quello che più volte è stato detto e ridetto: “prima gli italiani”. La voce in questione, in questo caso, è quella del consigliere comunale di opposizione Antonio Rossini (Lista Tosi) e l'argomento è quello della recente graduatoria definitiva degli alloggi di edilizia residenziale pubblica del Comune di Rovigo relativa al 2015 e approvata con determina dirigenziale pochi giorni fa. “Risulta che il 56% degli aventi diritto agli alloggi comunali sono stranieri - esordisce Rossini che, a tal proposito, pone anche una domanda - Persone che vivono nel nostro Paese da pochi anni possono concorrere con più chance degli altri in una graduatoria per beni immobili frutto di investimenti, tasse, imposte, corrisposte da diverse generazioni di italiani?”. Secondo il consigliere, “non si vuole e non si deve discriminare nessuno. Ma bisogna tutelare il popolo italiano che ha contribuito, con più di 150 anni di sacrifici e lavoro, a far si che in Italia sussistano le 'case popolari'”. E incalza ancora: “Bisogna ancora intervenire sul sistema dei punteggi con dei correttivi legali che riequilibrino questa incongruenza che determina una vera ingiustizia storica sociale, dove gli svantaggiati sono coloro che hanno costruito l'Italia”. Infine, conclude: “Bisognerebbe intensificare i controlli su come e da chi vengono realmente utilizzate le abitazioni e ultimo, ma non meno importante, verificare pure lo stato di manutenzione e di pulizia degli alloggi, in quanto, spesso, quando gli appartamenti vengono liberati si trovano in uno stato pietoso, con un ulteriore aggravio per le casse comunali, quindi ulteriori tasse per tutti noi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0