22/05/2022

MURO CONTRO MURO

"Provincia, dipendenti perseguitati dai dirigenti"

"Provincia, dipendenti perseguitati dai dirigenti"

31/08/2017 - 15:44

ROVIGO - "I dipendenti della Provincia si sentono perseguitati dalla dirigenza. All'interno degli uffici c'è un clima di lavoro teso: ormai è una lotta tra vertice e resto degli impiegati". A portare il luce le difficoltà dei dipendenti di Palazzo Celio sono le tre sigle sindacali, rappresentate da Paolo Zanini (Cgil Fp), Franco Maisto (Cisl Padova e Rovigo) e Cristina Garbin (Uil). "L'ultimo esempio di questa lotta interna - spiega Zanini - è l'episodio ombroso che ha coinvolto il delegato sindacale e dipendente della Provincia, Eugenio Malaspina. Accusato da un esposto firmato dal segretario generale e presidente di utilizzare della legge 104 per andare a spasso in bici, invece di accudire il padre malato. Fatto che, dopo le indagini della Guardia di Finanza, si è rilevato privo di fondamento. L'accusa di peculato è stata infatti archiviata dalla Procura. Il dipendente è stato dunque pedinato e si è visto essere messa in discussione la sua onesta e professionalità solo sulla base di 'una segnalazione anonima' giunta al segretario generale". "Segnalazione - aggiunge Garbin (Uil) - che, guarda caso, è stata fatta dopo l'inchiesta di Report sui premi dei dirigenti. Malaspina era infatti stato additato di avere lui avvertito la trasmissione televisiva sulla vicenda. Evidentemente, qualcuno ha voluto vendicarsi con Malaspina, ma ora chi ha tentato di infangare il suo nome e mettere in discussione la sua onestà dovrà pagare". E poi l'annuncio del sindacato: "Stiamo pensando ad un procedimento per chiedere un risarcimento per quanto avvenuto". "Da ultimo - aggiunge poi Zanini - la scelta di levare l'incarico di collaborazione al medico che opera con la provincia da oltre 10 anni, il tutto senza una giustificazione. Evidentemente la dirigenza della Provincia crede di operare in un'azienda privata e decidere in base alle proprie idee e comodi". Altra vicenda spinosa, il salario accessorio dei dipendenti, oggetto di numerose proteste nei mesi scorsi. "La Provincia - chiude Maisto - dovrebbe pensare alle scuole che cadono a pezzi, alle risorse che scarseggiano ormai anche per gli stipendi, non a investire risorse su inutili contenziosi interni...".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0