17/05/2022

ALLARME RIENTRATO

West Nile, dimesso paziente: era primo caso del 2017

West Nile, dimesso paziente: era primo caso del 2017

28/08/2017 - 10:59

ADRIA - Sta meglio ed è stato già dimesso. Rientra l'allerta West Nile nel Delta scattato dopo il ricovero di un paziente di Adria: l'uomo infatti, primo caso di infezione registrato in Bassopolesine, sta bene e ha fatto ritorno a casa. 

Dopo le dimissioni il Dipartimento di prevenzione dell'Aulss 5 si è prontamente attivato incaricando l’azienda di disinfestazione per abbattere eventuali vettori positivi al virus. Sono quindi stati eseguiti sia interventi antilarvali di rinforzo che interventi sulle zanzare nell’area circostante l’abitazione del paziente, come da linee guida regionali. La disinfestazione sulle zanzare adulte è poi proseguita nelle aree pubbliche del Comune di Adria secondo una mappa fornita da Palazzo Tassoni.  

Lo scorso anno erano stati registrati due casi in forma neuro invasiva e quattro di febbre (forma più leggera): l'azienda sanitaria ricorda che nella lotta contro le zanzare è di fondamentale importanza adottare azioni come eliminare l’acqua  di ristagno nei sottovasi, svuotare i contenitori contenenti acque piovane, mettere al riparo da eventuali precipitazioni tutto quello che può raccogliere acqua, utilizzare larvicidi nei tombini, in casa utilizzare con costanza le zanzariere e usare repellenti quando si soggiorna all’aperto.   

E’ bene quindi ricordare che l'infezione da West Nile non può essere trasmessa da persona a persona ma solamente attraverso la puntura di una zanzara che si è infettata a sua volta pungendo un uccello infetto, non un'altra persona o un altro animale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0