17/05/2022

POSTA ROSSINI

Graffio del 25.08.2017

Tra Etruschi e Greci all'improvviso un... Prisco (ma non è re)

Graffio del 25.08.2017

25/08/2017 - 14:17

Adria, si sa, è stata fondata dagli Etruschi. Gianni Franchi, già sindaco di Porto Viro, ha intitolato la sala convegni-teatro della sua città “Sala dell’Eracle”, sostenendo che i portoviresi sarebbero discendenti degli antichi greci. A dire il vero i chioggiotti con non malcelato sfottò li chiamano “marinotti” ma tanto è. Il sindaco di Rovigo per non essere da meno ha rivendicato le origini romane di Rhodigium. Per questo motivo, dovendo nominare il nuovo presidente della Fondazione Cultura, ha scelto un commercialista che di cognome fa Prisco (Gaetano). Non si chiama proprio Tarquinio ma basta il cognome per richiamare alla mente il quinto Re di Roma Tarquinio Prisco. La storia ricorda anche un Tarquinio il Superbo, ma qui andiamo sul sicuro. Si tratta di un onest’uomo competente nella sua professione ma che, proprio per questo, per sua stessa ammissione, non ha mai potuto dedicare tempo al teatro. Ha ammesso di guardare di tanto in tanto qualche film, ma continua a confondere i Lumiere (Fratelli) con le Appliques. L’unica volta che aveva deciso di andare a teatro avendo ricevuto un invito per una matinée, subì una cocente delusione. Rimase dalle nove del mattino all'una davanti al teatro senza che mai nessuno aprisse le porte, finchè un gatto di nome Rossini gli rivelò che le matinée si fanno di pomeriggio. In realtà il gatto Rossini non era tale ma come nelle storie di Nick Carter, dove qualunque oggetto o persona in realtà nasconde le sembianze di Stanislao Moulinksy, così quel gatto era in realtà il piccolo Duò (Alessandro) in uno dei suoi "diabolici" travestimenti. Prisco, comunque, il teatro ce l’ha a casa visto che la moglie recita nella compagnia amatoriale Teatro insieme. Così il teatro di Rovigo, che ha visto nella sua epoca d’oro esibirsi Caruso e Beniamino Gigli, potrà da qui in avanti sotto la guida di “Tarquinio Prisco” ospitare le esibizioni di Cristina D’Avena con Duò che assumerà di volta in volta le sembianze di Kiss Me Licia, Occhi di Gatto, Doraemon, Mila e Shiro e Sailor Moon. Miaoo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0