17/05/2022

REGIONE, SANITÀ E CONVENZIONI

"Privati, 200 milioni in tre anni a discapito del pubblico"

"Privati, 200 milioni in tre anni a discapito del pubblico"

22/08/2017 - 12:28

ROVIGO - Un triennale da quasi 200 milioni: è la cifra - quella esatte in realtà è di poco inferiore, 188.095.566 euro - che le previsioni di convenzione 2017-2019 potrebbero portare nelle casse di tre strutture private polesane.

A darne conto l'ex assessore provinciale Guglielmo Brusco, da sempre in prima linea a favore della difesa della sanità pubblica: "In un momento di crisi, in cui non si conosce neanche il prossimo destino di troppi servizi erogati dal pubblico, con gli ultimi decreti del direttore generale dell'Aulss 5 Antonio Compostella, la Clinica Privata di S. Maria Maddalena, l’Ospedale Privato di Porto Viro e la Clinica Privata Città di Rovigo, oltre all'aumento complessivo dei posti letto per acuti potrebbero beneficiare di aiuti cospicui". In particolare, alle tre strutture di cui sopra, spetterebbero rispettivamente 22.478.967, 31.798.758 e 8.420.797, cifre annue (totale 62.698.522  euro) da moltiplicare ovviamente per tre.

"Il tutto mentre - tuona Brusco - mente la Regione, leghista, vuol tagliare circa 170 posti letto nei nostri ospedali pubblici. Forse quello che tagliamo e risparmiamo nel pubblico serve anche per pagare i privati?  E questo non mette in difficoltà i nostri cittadini, oltre che per i ricoveri, anche per costi di visitemedicine  e per altre spese annesse che soprattutto i più poveri non si possono permettere?". 

Brusco non usa giri di parole: "Sconcerta vedere che almeno per grandissima parte non si tratta a ben vedere di interventi irrealizzabili dal pubblico quanto di  prestazioni che l'azienda sanitaria, se adeguatamente organizzata, potrebbe facilmente erogare direttamente, favorendo magari, oltre che i pazienti polesanianche il raggiungimento di notevoli vantaggi economici per le casse pubbliche. Mi chiedo se esistano istituzioni in grado di poter vigilare sull'economicità ed efficacia dell’uso di questi denari che, lo ricordo, sono pubblici...".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0