18/05/2022

"TAX FREE DAY"

Servono 211 giorni l'anno per gli obblighi fiscali 

Servono 211 giorni l'anno per gli obblighi fiscali 

26/07/2017 - 08:27

ROVIGO - "Per portare a termine tutti gli obblighi fiscali alle imprese rodigine servono in un anno 211 giorni: ne restano solo 154 per pensare ai margini di profitto". È il quadro del rapporto tra tassazione e lavoro per le piccole e medie imprese rodigine, che per il 2017 potranno festeggiare il loro virtuale "Tax-free day" il prossimo 29 luglio.
Ad alzare la voce è David Gazzieri, presidente di CNA Rovigo, il quale sottolinea un dato che emerge dall'indagine "Comune che vai, fisco che trovi" realizzato dall'osservatorio permanente CNA sulla tassazione delle PMI giunto alla quarta edizione e che analizza l'andamento della tassazione sulle piccole imprese in 135 città italiane, tra le quali tutti i capoluoghi di provincia.
"L'altro elemento che evidenzia il report - prosegue il presidente - riguarda il "Total Tax rate", ovvero l'incidenza fiscale totale sui redditi delle imprese. In questo caso il valore registrato dal territorio rodigino è del 57,8 % (media nazionale 61,2%), dato in leggero aumento negli ultimi due anni, nonostante il calo dal 61 % del 2012. Ad influire negativamente è la pressione fiscale nazionale, che torna a salire lievemente (dal 42,1 % al 42,6% negli ultimi due anni), una incidenza delle imposte regionali sostanzialmente invariata nell'ultimo biennio, una incidenza dei tributi locali al 9,5 % stabile. Un dato su cui riflettere - prosegue Gazzieri - è che nelle realtà di Padova e Vicenza il peso della fiscalità locale è rispettivamente del 9,3% ed addirittura dell'8,3%, il che rafforza l'esigenza di una iniziativa costante con le amministrazioni locali, così come da tempo stiamo sviluppando come CNA nel territorio, per far comprendere come le scelte sui tributi locali pesino sulle imprese, sulla capacità di attrarre nuove aziende nel territorio e soprattutto incidano nei confronti di chi, soprattutto giovani, vogliono avviare una nuova attività".
CNA, in qualità di rappresentante delle imprese artigiane e delle PMI ha già presentato al Parlamento una serie di proposte "che non prevedono oneri aggiunti e che riguardano la riduzione della tassazione sul reddito delle imprese personali e sul lavoro autonomo, il fatto di prevedere l'Imu pagata sugli immobili strumentali delle imprese completamente deducibile dal reddito d'impresa, la revisione della tassazione Irpef delle imprese personali e degli autonomi e la trasformazione delle detrazioni relative a spese per lavori edili in crediti d'imposta cedibili agli intermediari finanziari".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0