18/05/2022

JU JITSU

Badia, stagione ricca di soddisfazioni

23/07/2017 - 16:00

BADIA POLESINE - L’associazione CSR Ju Jitsu Badia Polesine delinea il proprio futuro dopo una stagione di successi e soddisfazioni. L’annata sportiva si è chiusa recentemente con gli esami di alcuni allievi fra i quali spicca per livello Maura Bolzoni (13 anni)che ha raggiunto il secondo Dan. Di seguito gli altri risultati: Denny Borin (13 anni, cintura marrone seconda striscia), Riccardo Toso (10 anni, cintura marrone seconda striscia), Cristian Crescenzio (10 anni, cintura blu), Manuel Carrirolo (10 anni, cintura blu), Nicole Bonfante (6 anni, cintura gialla), Sofia Toso (6 anni, cintura arancione). Sempre in questo mese di luglio si è svolta anche una dimostrazione in tatami organizzata all’interno dell'orto didattico “Profumo della freschezza” di Lusia. Il prossimo anno l’associazione Csr Ju Jitsu Badia Polesine compirà il 25esimo anno d’attività. E’ una storia che parte da lontano quella dell’associazione Csr Ju Jitsu Badia Polesine fondata nel marzo 1993 da Roberto Cappello: autentico pioniere che ebbe il coraggio di riportare in quel di Badia una disciplina sportiva ormai dimenticata da più di 20 anni. Nei “favolosi” anni 70 maestri del livello di Veronesi, Baraldi e Rovigatti infatti portarono per primi il Ju Jitsu a Badia ma poi si spostarono in località più appetibili dal punto di vista economico e così Badia rimase senza la disciplina per molti anni fino all’arrivo del maestro Cappello. Oggi, grazie anche alla collaborazione di Andrea Steola (vicepresidente) e Roberto Trovò (segretario) l’associazione conta quasi 50 iscritti (dai 5 ai 55 anni) ed è diventata un punto di riferimento per tutto il territorio veneto, difficile dimenticare il Trofeo Smile, la gara interregionale organizzata dall’associazione badiese che pochi mesi fa ha mobilitato quasi 1000 persone e schierato oltre 260 atleti provenienti da varie parti d’Italia. Per festeggiare il 25° dalla fondazione, nel mese di marzo 2018,verrà organizzata una manifestazione che vedrà la partecipazione straordinaria di Piero Rovigatti (fondatore dello storico CSR Cento e cintura nera 8° Dan, il più alto grado in Italia) che, assieme ad altri maestri, si esibirà in varie tecniche marziali. Tra i tanti progetti di Roberto Cappello (presidente Ju Jitsu Badia e nera sesto Dan) rientra anche la creazione, entro ottobre, di una casa delle arti marziali. “Si tratterà di una palestra con tatami fisso che - spiega Cappello - verrà utilizzata esclusivamente per le arti marziali. La chiamerò Bushido che in giapponese significa scuola delle armi bianche.” Nell’agenda dell’associazione anche un corso gratuito di difesa personale dedicato alle donne che partirà ad ottobre, tutte le informazioni si possono trovare sulla pagina Facebook ASD CSR JuJitsu Badia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0