17/05/2022

RUGBY

Frassinelle, la "cantera" polesana sogna l'under 16

21/07/2017 - 10:18

FRASSINELLE - Tre anni a Frassinelle tra Prima Squadra e settore giovanile. Tre anni durante i quali Antonio Romeo ha conosciuto i gradi di assistant coach prima, head coach poi e quindi responsabile del settore junior. Antonio, quanti tesserati ha il settore giovanile del Rugby Frassinelle? "Al termine della stagione 2016/2017 i bambini tesserati nel nostro settore giovanile erano 134. E’ un ottimo traguardo, in linea con il trend delle ultime stagioni. A breve monitoreremo anche gli eventuali abbandoni, numero che non deve mai essere sottovalutato. L’obiettivo è quello di fidelizzare i ragazzi, che così apprezzano il lavoro che svolgiamo a Frassinelle". Puntate a crescere ancora? "A livello giovanile siamo felici di questi numeri. Logisticamente, se arrivassero più bambini, avremmo bisogno di allargarci". In cantiere c’è poi l’under 16... "Categoria fortemente voluta dal presidente Mora e che riusciremo a fare. Sarà il nostro grande traguardo per la stagione alle porte e nonostante i numeri non siano ancora eccezionali, sono sicuro che con la passione, il tempo e il lavoro riusciremo a ottenere un buon risultato...". Come giudica la stagione sportiva conclusa da poche settimane? "E’ stata una grande stagione, il Mini Rugby ha fatto cose straordinarie. Ricordiamoci che siamo un gruppo molto giovane, con un background in continuo miglioramento. Costruire una struttura tecnica, creare una giusta mentalità e trasmetterla a ragazzi di età diverse non è semplice". Come si presenta il Rugby Frassinelle a una nuova famiglia che vuole portare il proprio figlio in gialloblu? "Dobbiamo essere bravi a spiegare quali step vogliamo affrontare e di quanto tempo abbiamo bisogno affinché accada. Senza fretta. A Frassinelle non puntiamo al risultato, quelli sportivi arriveranno con il tempo, ma alla crescita dei bambini. Ciò che deve essere chiaro è che noi non possiamo educare i figli degli altri, ma possiamo partecipare alla loro educazione. E’ importante che i genitori abbiano fiducia e se ci muoviamo nella stessa direzione possiamo accelerare questo percorso di apprendimento". A tal proposito, come è il rapporto con le famiglie? "E’ molto buono, c’è disponibilità e collaborazione. E spirito di iniziativa, la trasferta a Pesaro è stata voluta e organizzata dai genitori, ad esempio. Noi siamo sempre aperti al confronto, con tutti. Stiamo crescendo insieme e la possibilità di discutere di qualsiasi aspetto – problemi, differenze di vedute e punti di vista - è uno dei fattori più importanti nel rapporto tra il Rugby Frassinelle e i genitori dei ragazzi".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0