18/05/2022

STRADE DI SANGUE

Weekend da incubo: un morto e due feriti

Weekend da incubo: un morto e due feriti

15/07/2017 - 17:14

ROVIGO - E' un bilancio drammatico quello che fa registrare il terzo sabato di luglio. A distanza di poche ore, in Polesine, tre gravi incidenti stradali con feriti e purtroppo anche una vittima: si tratta di Giorgio Massari, 57enne di Guarda Veneta. L'uomo, residente in via XXV Aprile questa mattina intorno alle 11.30 stava percorrendo la strada arginale che conduce a Polesella a bordo della sua vecchia Opel Astra di colore grigio, quando, per cause ancora in corso di accertamento, all'altezza di via Kennedy ha perso controllo del mezzo. L'Opel di Massaro è finita all'interno della scarpata, rovesciandosi: il 57enne è rimasto incastrato tra le lamiere e non è riuscito a mettersi in salvo. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 e i militari di Rovigo e Polesella, ma per lui ormai non c'era più niente da fare: viveva a Guarda Veneta con l'anziana madre, non si era mai sposato. Sempre nella mattinata, altro grave incidente presso l'autodromo di Adria, dove un motociclista è rimasto gravemente ferito. Trasportato in elisoccorso dall'ospedale di Adria al nosocomio di Rovigo, è stato ricoverato in prognosi riservata e le sue condizioni rimangono serie. E nel reparto di terapia intensiva dello stesso ospedale, il S. Maria della Misericordia, destano ancora preoccupazioni le condizioni di un altro 40enne rodigino che, nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 luglio, intorno alle 2 è uscito di strada all'altezza della rotonda di VIlladose a bordo della sua motocicletta. Secondo quanto riferiscono alcuni testimoni, dopo il sinistro il centauro si sarebbe alzato in piedi e sulle prime sembrava apparentemente illeso: ai sanitari del Suem, giunti sul posto, aveva però spiegato di aver perso improvvisamente la memoria. Accompagnato in ospedale per accertamenti, le sue condizioni si sono poi improvvisamente aggravate nel giro di poche ore. Serie infine, anche se i sanitari non temono per la sua vita, le condizioni di un 38enne polesano che nel pomeriggio di giovedì 13 luglio era finito con il suo furgone addosso ad un platano sulla strada regionale per Adria, all'altezza di Villadose.

r.m.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0