20/05/2022

MALTEMPO

E il giorno dopo la tromba d'aria si contano i danni

12/07/2017 - 10:23

ROVIGO - Oggi in Polesine è il giorno della conta dei danni dopo la tromba d’aria che ieri pomeriggio si è abbattuta sul rodigino e parte del padovano. Decine gli alberi caduti, in alcuni casi completamente sradicati dal terreno dalla forza impetuosa del vento che, in una manciata di secondi ha seminato il panico anche lungo le strade della provincia. In via Chiarugi, a Granzette, un grosso albero è caduto in mezzo alla strada, bloccando completamente il collegamento tra la frazione in direzione di Rovigo. Fortunatamente non ci sono stati feriti, nessun automobilista si trovava infatti in quel tratto durante il crollo della pianta. E proprio la caduta di alberi, rami spezzati finiti in strada, tetti scoperchiati di case e capannoni sono state le conseguenze dell’improvviso temporale di ieri pomeriggio che ha generato, a causa dell’incontro di correnti con aria calda e fredda, un vero e proprio tornado che ha spazzato via tutto quello che ha incontrato. I vigili del fuoco, la Protezione Civile dei diversi paesi della provincia, carabinieri e polizia sono stati impegnati per tutta la notte a mettere in sicurezza le strade e le vie colpite dalla tromba d’aria:lungo i marciapiedi e in mezzo ai campi sono volati gazebo, sedie, tavoli e addirittura vasi di piante e fiori. Ma i danni maggiori sono stati rilevati a case e capannoni, in particolare in viale Porta Adige alcune strutture sono state completamente scoperchiate dal vento. A San Pio X , in via Gallani, un albero è finito sopra ad un’auto parcheggiata lungo il marciapiede: fortunatamente in quegli istanti non c'era nessuno all’interno del mezzo. Una sessantina gli interventi dei vigili del Fuoco effettuati fino alle 23 di ieri sera, interventi continuati anche durante tutto il corso della notte, in particolare nella zona di VIllamarzana. A Rovigo le vie maggiormente colpite dal tornado sono state: via Chiarugi, via Gramsci, via Volta, via Trieste, via Cavaletto, via Stacche Piazza Tien Men, Via Regina Margherita e via De Gasperi, in Commenda Est. A Granzette, frazione alle porte del capoluogo, il vento ha scoperchiato parte del tetto della chiesa ma grande anche la paura anche lungo la Statale 16, in direzione di Stanghella dove le folate hanno danneggiato un edificio destinato al commercio d’antiquariato: la copertura è finita in strada, rimasta poi bloccata fino alla sua rimozione da parte dei vigili del fuoco in collaborazione con polizia e carabinieri.

Roberta Merlin

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0