22/05/2022

BRACCIO DI FERRO COMUNE-ACCADEMIA

Zerbinati paventa la chiusura. Bergamin: "Ridurre spese di gestione"

Zerbinati paventa la chiusura. Bergamin: "Ridurre spese di gestione"

11/07/2017 - 19:15

ROVIGO - “Senza il contributo del Comune saremo costretti a sospendere il servizio bibliotecario”. Ha esordito così il numero uno dell’Accademia dei Concordi Enrico Zerbinati in Consiglio comunale per relazionare sulla situazione dell’ente bibliotecario. Il Comune infatti non ha ancora provveduto a versare il contributo di circa di 200mila euro all’ente, come previsto da una storica convenzione stipulata tra le parti. Senza quel denaro, aveva già avvertito poche settimane fa Zerbinati, "l’Accademia dovrà chiudere e licenziare i dipendenti". Per scongiurare la chiusura dell’ente bibliotecario erano intervenuti anche i sindacati, grazie ai quali Comune e Accademia erano riusciti a riappacificarsi, con l’assicurazione dello stesso sindaco Bergamin che il contributo sarebbe stato al più presto versato. Ma così non è stato e anche il tanto atteso avanzo di bilancio di Palazzo Nodari sembra bloccato a causa della spinosa questione del nodo Baldetti, un vero "salasso" per le casse comunali. Zerbinati è tornato dunque a parlare di una possibile sospensione del servizio, proprio per mancanza di fondi per assicurare tutti i servizi, stipendi dei dipendenti compresi. Immediata la reazione del sindaco Massimo Bergamin: “Tutto sembrava chiarito - ha ribattuto dopo avere ascoltato la relazione di Zerbinati - Poco tempo fa avevamo avuto un incontro sereno con l'Accademia e invece ora Zerbinati fa marcia indietro e lancia ancora allarmismo: qualcuno si diverte addirittura a dire ai dipendenti che saranno licenziati per causa del Comune ma semmai spetta al Comune licenziare, non all'Accademia". Ed ha aggiunto: “Nel capitolo spese nel bilancio del 2017 dell’Accademia manca un'indicazione del capitolo entrate. Considerando che il totale del costo per la gestione della biblioteca è di circa 550mila euro, e di questi 170mila euro sono progetti sostenuti dalla Fondazione, il reale costo dell’Accademia si aggira intorno ai 350mila euro annui: il Comune deve versare dunque 164mila euro". Incalza il primo cittadino: "Se l’Accademia si impegnasse a ridurre un po’ le spese di gestione, il Comune si troverebbe meno in difficoltà a gestire il contributo previsto". "Non è possibile tagliare le spese - fa eco Zerbinati - Spendiamo già molto meno di altre biblioteche e le spese sono tutte approvate dal Consiglio di amministrazione. Colgo poi l’occasione per segnalare che il nuovo CdA non funziona proprio...”. Dal consigliere Andrea Borgato (PD), infine, la proposta di una sottoscrizione aperta a tutti i cittadini per salvare l'Accademia, "visto che anche l'attuale avanzo di bilancio non prevederà contributi ai Concordi a causa della spesa del nodo Baldetti". Nella vicenda si registra anche il contributo dell'assessore alla Cultura Andrea Donzelli che sottolineato invece "l'importanza di un futuro cambio di convenzione tra le parti: quello tra Accademia e Comune è un legato vecchio due secoli".

Roberta Merlin

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0