Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Plastogomma

Il paese dei balocchi? Si torva in via Don Minzoni, al numero sei. E’ qui che sorge infatti Plastogomma Giocattoli, il paradiso di tutti i bimbi rodigini, anche di quelli ormai troppo cresciuti.
Il paese dei balocchi? Si torva in via Don Minzoni, al numero sei. E’ qui che sorge infatti Plastogomma Giocattoli, il paradiso di tutti i bimbi rodigini, anche di quelli ormai troppo cresciuti.
“Le persone che entrano nel nostro negozio hanno sempre il sorriso sulle labbra - spiega Alessandra Cocchi, figlia dell’attuale proprietario - ritornano tutti bambini. Molti venivano qui da piccoli e ora portano i loro figli”. D’altronde i giochi più in voga sono ancora quelli di una volta: “Per le femminucce l’intramontabile Barbie - continua Alessandra - mentre per i maschietti i mattoncini Lego e le ruspe Bruder”.
Ma Plastogomma non ha sempre venduto giocattoli: “L’attività è stata aperta nel 1961 dai miei genitori - racconta l’attuale proprietario Gian Antonio Cocchi - e inizialmente si occupava di casalinghi in plastica, di gran moda durante il boom economico. Dopo un po’ abbiamo introdotto i giocattoli, che negli anni settanta sono diventati il nostro articolo principale. Io ho cominciato a lavorare qui nel 72-73, subito dopo aver conseguito il diploma di maturità, e nel 1983 è entrata anche mia moglie Patrizia”. Ora a dare una mano nell’attività di famiglia c’è anche la figlia Alessandra: “Sono crescita in mezzo ai giocattoli - racconta - è un po’ il sogno di tutti i bambini, assieme a quello di essere i figli di un pasticcere”. E di giochi a Plastogomma c’è ne sono veramente tantissimi: “abbiamo più di quaranta tipi di bambole - spiegano i proprietari - e un assortimento completo di ogni tipo di giocattolo, tutti marchiati C.E. La sicurezza dei bambini è fondamentale”. Ma, oltre a barbie, mattoncini per costruzioni e macchinette da corsa, Plastogomma non ha mai smesso di vendere i prodotti che hanno dato origine al suo nome: “Teniamo anche casalinghi - continua Gian Antonio Cocchi - qui i clienti possono trovare di tutto: dalle borse frigo in gennaio alle maschere di carnevale a Ferragosto. Cerchiamo sempre di accontentare ogni esigenza dei nostri acquirenti”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy