Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Porto Tolle avrà il suo centro culturale

Il progetto

69778
L'ex scuola materna si trasformerà in teatro, ritrovo letterario e attracco fluviale. Il primo stralcio del progetto costa 100mila euro, ma serviranno altri fondi. Ricco il calendario proposto dalla Pro Loco.
La Pro loco di Porto Tolle ha in serbo un ricco programma per questo 2017. “Speriamo che ci riservi delle belle sorprese - afferma il presidente del gruppo, Claudio Pavanati - tutto dipende anche dalle sponsorizzazioni private. Riproporremo ‘Parco in Bici’, le notti d’estate, la fiera del Delta e la festa del riso. L’idea è di rifare quanto proposto l’anno scorso”.



Sul fronte turismo l’ amministrazione comunale ha in programma anche la ristrutturazione dell’ex scuola materna Scarpari in museo di civiltà contadina. La struttura, che si affaccia sulla via Matteotti, è da anni in disuso poiché sostituita con una nuova scuola materna adiacente alle medie di Porto Tolle.



L’importo totale del primo stralcio del progetto è di 100mila euro, ricavati da un avanzo di amministrazione del 2015. Per la giunta Bellan un’opportunità significativa per riqualificare un edificio abbandonato da tempo.



“Sono molto soddisfatta, il lavoro di squadra porta sempre risultati - le parole dell’ assessore al turismo Michela Ferrarese - il recupero dell’ex asilo Scarpari, unico palazzo in stile liberty del territorio è stato subito un nostro obiettivo di riqualificazione. Il nostro progetto è ambizioso, vorremo creare non solo il museo della civiltà contadina dove i 1.500 oggetti raccolti con costanza e sapienza dai nostri concittadini, possano essere esposti, ma realizzare il centro culturale del nostro paese”.



“Stiamo studiando gli spazi, valutando soluzioni, per realizzare se possibile un teatro, un ritrovo letterario con la possibilità magari di gustare uno spuntino contadino, un attracco al fiume - prosegue l’assessore Ferrarese - certo le idee non mancano, ma la strada è ancora in salita, dobbiamo ricercare i fondi che speriamo possano arrivare anche da sponsorizzazione di aziende private”.



Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy