Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Eco Design Week <br/> il futuro sostenibile

Polesine

59179
Presentato in Camera di commercio di Rovigo Eco Design Week, l'evento dal 24 al 26 giugno nel Delta del Po promosso da InVillaAngeli.
Presentata in Camera di commercio a Rovigo la Eco Design Week del Delta del Po, "un contagio di idee, di emozioni e di entusiasmo" come ha sottolineato la presidente dell'associazione InVillaAngeli, Genny Augusti, che l'ha promossa ([url"Leggi il precedente"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/Delta/-il-design-per-rilanciare-il-delta--dal-24-al-26-giugno-eco-design-week-[/url]).



Si stratta di quattro giornate dedicate al vivere - e al saper fare - ecosostenibile, organizzate con il patrocinio di moltissime tra istituzioni, associazioni di categoria e aziende del nostro territorio. Un calendario di 16 incontri, quattro mostre, 18 itinerari naturalistici, con - a corredo - l’adesione di almeno una decina di ristoranti (ma è ancora possibile partecipare) pronti a rifocillare i partecipanti con menù tipici e a chilometro zero. "Non avremmo mai pensato di riuscire a proporre un calendario così ricco già alla prima edizione - ha spiegato il coordinatore della kermesse, Gianluca Vassalli - questo programma si avvicina di più a quelli che erano i nostri sogni per il 2017. Per questo siamo orgogliosi di quanto fatto".



Il sipario sulla manifestazione si alzerà giovedì 23 giugno, alle 9 a Ca' Vendramin, con il meeting inaugurale organizzato assieme all' Unesco, e che vedrà la partecipazione di Philippe Pypaert. "C'è un concetto fondamentare che ci lega fortemente alla Eco Design Week - ha scritto proprio il rappresentante dell’agenzia delle Nazioni Unite - l'Unesco si aspetta che il Delta sia un modello di sostenibilità. E questo evento va proprio in quella direzione".



Tanti gli eventi che si succederanno tra giovedì e domenica 26 giugno. Principalmente in due location: all' Eco design forum che sarà allestito al museo della bonifica di Ca' Vendramin, a Taglio di Po, e all' Eco design center, al Red line di via Murazze di Porto Viro, che ospiterà anche la mostra (visitabile tutti i giorni dalle 16 alle 23) di prodotti di eco design da tutto il mondo.



Tra le chicche, selezionate da Alessandro Morello assieme a Genny Augusti, un abito in fibra ricavata interamente da bottiglie di plastica; la matita "Perpetua", ricavata quasi interamente da grafite; e una sedia in compost. Senza dimenticare Mino, un nanetto realizzato anch'esso in compost da un’azienda di Brescia, già "eletto" mascotte della manifestazione.



Alla presentazione, oltre alla Camera di Commercio padrona di casa, la Confindustria Venezia-Rovigo, Coldiretti e Confagricoltura, e ancora il Gal Delta Po, lo Iuav, il dipartimento Architettura dell’università di Ferrara, l’ Adi, e persino l'ordine degli avvocati, quello degli architetti e la Federlegno. "Una manifestazione di questo tipo - la chiosa di Primo Vitaliano Bressanin, della Camera di Commercio - rientra in una filiera di qualità in grado di creare posti di lavoro, ecologici e sostenibili, che possano invertire il trend, anche dal punto di vista demografico, della nostra provincia".



Il servizio completo in edicola nella Voce di sabato 11 giugno
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy