Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

PORTO VIRO

Picchia l'ex capo e strangola la moglie

Mattinata di terrore in pieno centro: intervengono carabinieri e polizia locale

95165

Indagine dei carabinieri della stazione di San Martino di Venezze

PORTO VIRO - Mattinata di paura a Porto Viro, in pieno centro. Qui, un uomo non solo prima avrebbe aggredito e picchiato, all'esterno di un bar, l'ex datore di lavoro, col quale ci sarebbero stati dissapori in seguito alla cessazione del rapporto di dipendenza; arrivato a casa, la sua furia si sarebbe indirizzata anche contro la moglie, per motivi ancora non chiari, con conseguente strangolamento. La donna è svenuta.

Forse, all'origine di questa seconda aggressione, una discussione con la donna che, avuto sentore dell'accaduto, avrebbe rimproverato il marito. E' una ipotesi sulla quale sono ancora in corso gli accertamenti del caso.

Entrambe le vittime della furibonda aggressione sono state portate in ospedale a Rovigo. L'anziano è ferito in maniera grave, in prognosi riservata. Secondo le prime testimonianze è stato picchiato sino a farlo crollare a terra e, forse, anche dopo. Migliori le condizioni della donna, comunque trattenuta in osservazione. Scene che, per fortuna, Porto Viro in particolare e il Polesine in generale non sono abituate a vivere.

E' accaduto, secondo le prime testimonianze, verso le 10 della mattinata di lunedì 20 giugno. I carabinieri stanno lavorando a ritmo serrato per chiarire l'accaduto e i vari risvolti della grave vicenda.

Il 51enne del luogo ritenuto l'autore della brutale aggressione è stato arrestato, in flagranza, con la pesantissima ipotesi di reato di duplice tentato omicidio. E' stato bloccato, secondo le contestazioni, mentre ancora si trovava nella sua abitazione.

Sulla vicenda è voluta intervenire anche Valeria Mantovan, sindaco di Porto Viro, con un post sul proprio profilo Facebook. "La violenza a cui abbiamo assistito stamattina segna una delle pagine più tristi della storia di Porto Viro - dice la prima cittadina - Esprimo vicinanza a nome dell’intera amministrazione comunale alle due persone ferite che ora si trovano ricoverate e auspico che la giustizia faccia il suo corso. La violenza, non è mai giustificabile".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy