Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Laura ritrae Gianna Nannini e lei posta il quadro sui social

La storia

gianna nannini laura palumbo (2).JPG

Il post di Gianna Nannini dedicato all'artista cavarzerana Laura Palumbo

Laura Palumbo, artista di Cavarzere, ha ritratto Gianna Nannini e le ha fatto arrivare il dipinto. La rocker ha postato la foto sui social e l'ha ringraziata.
Gianna Nannini, la più grande rocker italiana, ha postato sui social network una foto di lei che tra le mani teneva un suo enorme ritratto eseguito dall'artista cavarzerana Laura Palumbo.



" Solo un animo nobile come Laura P. poteva dare alla luce un'opera che con orgoglio arrederà la mia casa" le parole scritte dalla Nannini accanto alla foto su Facebook. Laura è interior designer, è pittrice ed è pure cantante: un'artista a 360 gradi, insomma. E racconta come la rocker senese abbia avuto il ritratto. "Si tratta di un progetto pittorico dal titolo ‘ Shining scars’, incentrato su una serie di ritratti dove mi propongo di rappresentare varie artiste del passato, per lo più dimenticate, accomunate oltre che dalla fama anche da una fragilità interiore" spiega Laura.



Ma è dall'altra passione, la musica, e da una serie di coincidenze che hanno dell’incredibile, che il ritratto di Gianna Nannini è finito... a Gianna Nannini. " Amo la musica, specialmente il rock. peraltro da tredici anni ho una band con la quale posso dire con orgoglio di aver calcato palchi importanti - prosegue Laura - proprio perché amo il rock la cantante che preferisco sulla scena italiana è la Nannini. Mentre navigavo su Youtube alla ricerca di vecchi video ed interviste, sono rimasta colpita da una espressione diversa dal solito, dolce e molto particolare. Così ho sentito l’esigenza di interpretarla. Una volta terminato il quadro mi sono detta ‘Perché non mandarglielo?’. Ma non sapevo come".



E qui il destino, per chi ci crede, è corso in aiuto di Laura. "Era la fine di novembre. Stavo chiacchierando con la mia vicina di casa - ricorda -dicendole di avere in progetto un viaggio a Londra. In quel momento è arrivato suo fratello, pure lui diretto a Londra, ma per lavoro. Gli ho chiesto cosa facesse e mi ha risposto: ‘Ho appena iniziato a lavorare per il discografico di Gianna Nannini e devo partire per consegnargli un quadro’". "A quel punto gli ho raccontato del dipinto e lui si è proposto di portare a Londra anche il mio. Assieme al quadro ho allegato una lettera con la descrizione dell opera - prosegue Laura - poi giovedì mattina mi è arrivata la sua foto col mio quadro, poche ore dopo infine ho visto i post su Facebook e Istagram, con tanto di dedica".



Insomma, un regalo inaspettato. " Sono rimasta sconvolta - conclude Laura - e felicissima: parlando un po’ da artista, a volte si ha il bisogno di sapere che si ha talento e che ciò che si crea suscita emozioni nel prossimo così, leggere le sue parole mi ha dato la conferma che il quadro le le è entrato nel cuore. Che altro dire... Grazie Gianna".



Il servizio completo in edicola nella Voce di sabato 21 gennaio
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy