Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

In pulmino il sindaco antibullismo

Lendinara

74936
L’incontro fra l’amministrazione e le famiglie dei ragazzi coinvolti nella baby aggressione. Viaro: “Io e l’assessore ci alterneremo sullo scuolabus per far sentire la vicinanza della comunità”.
Sindaco e assessori sul pulmino contro il bullismo. La decisione è stata presa ieri nel corso dell’incontro fra l’amministrazione comunale e i genitori dei ragazzi coinvolti, alcuni giorni fa, in un episodio di bullismo nelle vicinanze del bus che porta i ragazzi a scuola.


“Non vogliamo fare i gendarmi - precisa il sindaco Luigi Viaro - ma io e l’assessore Zeggio saliremo, in alcune giornate, sullo scuolabus per far sentire ai ragazzi la vicinanza dell’amministrazione comunale. Nessuna punizione, sia chiaro, ma solo un modo di educare e dedicare qualche mezzoretta del nostro tempo ai ragazzi che vanno a scuola ci sembra una scelta saggia e costruttiva”.

E così a turno, in alcuni giorni, e probabilmente senza preavviso, i ragazzi a bordo dello scuolabus si troveranno non solo l’autista o chi è deputato alla sorveglianza, ma anche il primo cittadino o l’assessore, impegnati in una particolare forma di presidio educativo.


Nell’incontro di ieri Viaro e Zeggio hanno parlato con ragazzi e genitori dell’episodio di bullismo.


“Non voglio ridimensionare niente - aggiunge il sindaco - ma certe ragazzate sono sempre avvenute, l’importante è riprendere i comportamenti sbagliati, e i genitori l’hanno già fatto, e far capire ai giovani l’importanza del rispetto e del vivere in comunità. Abbiamo parlato con tutte le famiglie coinvolte. E abbiamo anche proposto di ritrovarci una sera tutti assieme per mangiare una pizza”.

L’aggressione era avvenuta qualche settimana fa sul pulmino che trasporta i bambini delle scuole elementari Baccari quando un bambino era finito in pronto soccorso con una prognosi di cinque giorni, ematomi al ginocchio, al gomito, dolori all’addome e un paio di occhiali rotti.


Il bimbo di 10 annoi era intervenuto a difesa di una sua amica e poi era stato aggredito da tre bulli.


Sulla "Voce" di mercoledì 22 marzo il servizio completo sulla vicenda.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy