Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

18enne studente a Badia Polesine <br/> spacciava durante la ricreazione

Badia Polesine

Carabinieri Rovigo spacciatore liceo (1).JPG

Al centro il maggiore Salvatore Gibilisco

I Carabinieri hanno documentato oltre un migliaio di cessioni di droga da parte di una studentessa 18enne di un istituto superiore di Badia Polesine, affidata ora a una comunità.
A scuola otteneva ottimi risultati, peccato che in ricreazione spacciasse droga ai compagni dell' istituto superiore di Badia Polesine.



Una ragazza polesana che ha raggiunto la maggiore età pochi mesi fa, è stata arrestata per spaccio di droga. L'indagine dei Carabinieri della compagnia di Rovigo e della stazione di Lendinara, guidata dal maggiore Salvatore Gibilisco, è cominciata nel novembre del 2015, durante un controllo nell'istituto. La ragazza, appena 18enne, venne arrestata con 20 grammi di marijuana dopo un controllo a casa.

Il tribunale dei minori di Venezia la scarcerò, ma proseguirono le indagini su di lei. I militari, alla fine, sono riusciti a provare ben 900 cessioni, avvenute anche quando la ragazza era minorenne. Appena arrestata pubblicò su Facebook anche un commento contro chi "le aveva rovinato la vita" e continuò a spacciare dopo che il tribunale dei minori la liberò. Almeno 200 altre cessioni oltre quelle documentate prima dell'arresto.



Nei giorni scorsi il gip del tribunale dei minori sulla scorta delle indagini dei Carabinieri, ha disposto la misura di collocamento della ragazza in una comunità di Aquileia.



Il servizio completo in edicola nella Voce di sabato 30 aprile
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy