Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Consulta della famiglia <br/> nozze indigeste

37693

Il municipio di Lendinara

Passa il testo che la riconosce nel matrimonio e non nella sola convivenza. La maggioranza si divide, ma riesce a far varare il regolamento su cui si basa l’istituzione.
LENDINARA - La famiglia fondata sul matrimonio rimane alla base della Consulta, ed il consiglio comunale, maggioranza compresa, si spacca. E’ stata una discussione intensa, quella che ha coinvolto il consiglio comunale lendinarese, chiamato a varare nella seduta di martedì il regolamento con cui è stata istituita la Consulta comunale della famiglia.
Non si è riusciti a trovare un punto d’incontro sull’articolo 29 della Costituzione, che definisce il concetto di famiglia. Sui banchi consiliari, la proposta di Insieme in Comune e dei Cinque stelle di togliere, tra i principi del regolamento, l’articolo della Costituzione che riconosce la famiglia come “società naturale fondata sul matrimonio”, ritenendolo troppo restrittivo, dal momento che esclude le tante coppie tradizionali che, pur essendo famiglia a tutti gli effetti, non sono sposate. A premere sull’acceleratore per avviare la Consulta della famiglia, mantenendo l’articolo 29, invece, il resto della maggioranza, seppur con l’invito da parte di qualche consigliere di trovare dei margini di miglioramento.
Posizioni differenti, dunque, che hanno dato vita ad un accesso dibattito, terminato con la votazione del regolamento della Consulta della famiglia, passato a maggioranza.




Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy