Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Piazzetta Orfeo come una discarica: degrado e maleducazione in centro

Adria

77511

Rifiuti in centro ad Adria

Piazzetta Orfeo come una discarica: degrado e maleducazione in centro ad Adria anche per i tanti “ricordini” dei cani.
E’ sempre altissimo il livello di maleducazione che porta ad abbandonare rifiuti ovunque, così pure non mancano criticità e disfunzioni nel sistema della raccolta differenziata.



Scrive un lettore al nostro giornale: “Ho letto l'articolo su ‘La Voce di Rovigo’ in riferimento alle penose condizioni di piazza Merlin a Rovigo, a due passi dal centro storico. In realtà ad Adria la situazione di degrado è evidente proprio in pieno centro storico, in piazza Garibaldi”.



Così il giorno di Pasqua, trovandosi sulla porta della Cattedrale e girando gli occhi verso sinistra ha visto l'adiacente piazzetta Orfeo trasformata in una vera e propria discarica all’aperto. “La vista è già triste durante la settimana - ammette con amarezza il lettore - ma la domenica mattina è veramente indecorosa. Se poi si pensi che tale situazione di sporcizia si trova a fianco di una pasticceria, direi che non c'è altro da aggiungere”.



Poi osserva con una certa dose di sarcasmo: “La telecamera c’è, le sanzioni no”. Come dire: chi di competenza dovrebbe aprire gli occhi e far rispettare il decoro urbano che è un fatto di civiltà e di igiene. Cestini pieni e ritardi nella raccolta vengono segnalati un po’ ovunque, per esempio ai Giardini Grandi provvedono periodicamente gli alpini.



Un altro aspetto della maleducazione generalizzata sono i “ricordini” dei cani lasciati un po’ ovunque, anche in pieno centro e in strada grànda: ovviamente non si tratta di mettere sotto accusa gli amici Fido, ma i padroni che non provvedono a raccogliere. Così scattano le legittime proteste di residenti e commercianti perché certi “addobbi” sulla porta di casa o del negozio non fanno piacere a nessuno. Questo il messaggio lasciato da una negoziante sul luogo del misfatto: “Cane con diarrea, speriamo venga al padrone”.



Il servizio sulla Voce del 21 aprile

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy