Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

Adria dichiara guerra a Rovigo: non si fa così!

“Venerdì d’estate”

73933

Un Venerdì d'estate ad Adria

Rovigo vuole fare i Venerdì d'estate, ma Adria non ci sta. Enrico Franzoso, presidente di Adriashopping attacca: "Una decisione unilaterale del capoluogo senza coordinarsi con Adria".
“Se Rovigo suona trombe di guerra, noi risponderemo con le nostre campane di guerra: poi a settembre conteremo i morti”.



Parafrasando il celebre detto di Pier Capponi, il presidente di Adriashopping, Enrico Franzoso, dimostra di non volersi piegare ai diktat del capoluogo, quest’ultimo quanto mai intenzionato a strappare alla città etrusca i “ Venerdì d'estate” che si avviano alla 24ª edizione.



Esordisce con una stilettata polemica ai “colleghi” rodigini: “Apprendo dagli organi di stampa”, come dire neanche si sono degnati di contattarci, perché si tratta di “una decisione unilaterale del capoluogo senza coordinarsi con Adria, senza quel gioco di squadra di cui tanto si parla, ma mai si mette in pratica”.



Il servizio sulla Voce dell'11 marzo
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy