Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

SAN MARTINO DI VENEZZE

Nasce la grande rotatoria di via Penisola

Lavori in corso, per eliminare un incrocio spesso teatro di incidenti

Nasce la grande rotatoria di via Penisola

Via ai lavori per la nuova rotatoria a San Martino di Venezze. L'importante opera viaria, nata da un progetto della precedente amministrazione Piasentini, e fortemente voluto e portato avanti come segno di continuità dall'attuale amministrazione Sette, sembra ora diventare realtà.

Lunedì scorso, infatti, sono iniziati i lavori del primo stralcio del progetto della rotatoria fra le provinciali Sp3 di via Penisola, che collega Rovigo con Anguillara e la provincia di Padova, e la  Sp29 di via Ca' Donà, che collega San Martino con Cavarzere e la provincia di Venezia.

"La rotatoria - ha evidenziato la sindaca Elisa Sette - è uno dei punti principali del programma elettorale di 'Venezze Futura'. È un'opera che punta a mettere in sicurezza un'intersezione stradale molto importante e fragile, snodo di collegamento fra tre province".

L'assessore ai lavori pubblici Riccardo Saoner spiega: "Questa prima parte dell'opera vedrà la preparazione del terreno adiacente all'area su cui verrà realizzata la nuova rotatoria: sul lato ovest verrà creato uno spazio destinato a parcheggi che favorirà l'accoglienza della zona commerciale composta da farmacia, bar, e scuola guida. Ci sarà quindi la possibilità di garantire maggiore spazio per ospitare posti auto rispetto alla configurazione attuale".

Saoner prosegue: "Verrà inoltre ridisegnato sul lato est il perimetro dell'area parcheggi della zona residenziale 'Corte Pala', per renderlo compatibile all'inserimento della rotonda. Verrà infine realizzato un terrapieno a nord della futura rotatoria che consentirà un passaggio pedonale sulla Sp3, permettendo il passaggio in sicurezza fra le due aree commerciali presenti".

L'assessore ai lavori pubblici spiega: "Il costo del primo stralcio è di 100mila euro, che sono finanziati con risorse dell'ente. Abbiamo completato anche la progettazione del secondo stralcio dell'opera, la realizzazione della rotatoria vera e propria, che contiamo di poter avviare nella seconda metà dell'anno in corso e che richiederà una spesa indicativa di 300mila euro da finanziare sempre con fondi propri".

Saoner conclude: "Sarà un traguardo importante per la messa in sicurezza delle nostre strade, per l'efficace collegamento delle aree commerciali.  Questa rotatoria si aggiunge e arricchisce quel piano di miglioramento continuo della viabilità sostenibile nel nostro territorio che stiamo attuando progressivamente in questi ultimi anni."

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy