Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

adria

Scrittura al femminile, appuntamento con una storia vera

A chiudere il ciclo di incontri la storia di integrazione di una giovane scrittrice

Scrittura al femminile, appuntamento con una storia vera

ADRIA - Autrice protagonista del terzo ed ultimo appuntamento del ciclo “Scrittura al femminile” sarà la giovane scrittrice nigeriana Itohan Enehikhare, che ha presentato in sala Cordella ieri, lunedì 6 giugno, alle 17.30, “Da straniera a cittadina, una storia vera”. Un libro denso di vicende, nel paese di origine, la Nigeria, e nel paese di arrivo, l’Italia.

Ad aprire la presentazione del libro, i saluti del sindaco Omar Barbierato e di Rosanna Stocco, presidente della Commissione Pari Opportunità e contro le discriminazioni.  

L’incontro, inserito nel progetto Adria città che legge, organizzato come i due precedenti dalla Biblioteca comunale, dall’Associazione “Rem, Ricerca Esperienza Memoria”, in collaborazione con la Commissione pari opportunità e contro le discriminazioni. Un‘occasione per il pubblico spettatore di poter ascoltare testimonianze di persone, soprattutto giovani, provenienti da altri paesi e da altre culture, che racconteranno la propria esperienza personale di integrazione.

Ad intervistare l’autrice del libro, Delfina Pellegrini, della Commissione delle pari opportunità e contro le discriminazioni. 

“Nella nostra biblioteca sono molti i libri che descrivono questi percorsi, che conoscono delle accelerazioni, come il caso dell'Ucraina attualmente, in passato dell’Albania e delle migrazioni dal Nord Africa o dal Medio Oriente - informa il responsabile della biblioteca Antonio Giolo - Oltre ai molti testi sulla storia e della grande letteratura di paesi europei o extra-europei, è sempre più consistente una vera e propria letteratura, fatta di storie vissute, di poesie, di romanzi. Incontri fra culture diverse che trovano espressione pure nella cucina, nel costume, ma anche nei film e nella musica. E’ un universo che non possiamo ignorare, che arricchisce la nostra società, diventata sempre più multiculturale”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy